Messina – Quarantottenne portata sui colli Sarrizzo e bastonata , arrestato ex compagno per sequestro di persona

ScreenHunter_04-Mar.-15-11.33

Non accettava la fine della relazione e sospettava che lei avesse un nuovo partner. La furia di un uomo di 55 anni si è abbattuta su una donna, presa per i capelli e picchiata a sangue. Per lei 25 giorni di prognosi. E’ stata trovata in piazza della Repubblica da alcuni passanti

MESSINA - Condotta contro la propria volontà sui colli Sarrizzo, dopo essere stata trascinata in auto per i capelli, e massacrata di botte, subendo pure minacce di morte. Vittima della violenza, una 48enne messinese, ritrovata in piazza della Repubblica, nel pieno centro di Messina, da alcuni passanti che hanno immediatamente contattato la polizia. Arrestato per il fatto, l’ex compagno, un 55enne messinese, già noto alle forze dell’ordine, accusato di sequestro di persona, minacce gravi e lesioni personali. Per lui, pure una denuncia per porto d’armi od oggetti atti a offendere. A seguito di una perquisizione personale, infatti, sarebbe stato trovato in possesso di un coltello. Alla base di tutto, ci sarebbe la gelosia. L’arresto è avvenuto ieri. Gli agenti sono intervenuti proprio a causa della segnalazione al 113 da parte di chi ha avvistato la 48enne con addosso i chiari segni dell’aggressione. Preso atto della situazione, gli uomini delle volanti hanno immediatamente avviato degli accertamenti in base ai quali la donna, poco prima, sarebbe stata costretta con la forza a salire a bordo dell’automobile del suo ex, venendo tirata per i capelli. Giunti sui colli, sarebbe stata presa a bastonate e minacciata di conseguenze ben peggiori. Una furia cieca quella abbattutasi su di lei, come certifica la prognosi rilasciata dai medici dell’ospedale Piemonte: 25 giorni. Il motivo dell’

Condividi questo articolo

Buon compleanno Tn24-Notizie: da tre anni le nostre notizie nella vostra quotidianità

image

Il 17 aprile 2012 è nato il giornale che segue attentamente i fatti sia dell’Area dei Nebrodi che di tutta la provincia di Messina e scrive per offrire verità a migliaia di lettori

TORRENOVA(ME) – Essere accolti in casa delle persone come ospiti non è cosa semplice: bisogna conquistare fiducia e credibilità, mostrare affidabilità, rispettare la discrezione altrui. Ecco, è questo il percorso che noi di Tn24-Notizie abbiamo seguito nei primi tre anni di vita del nostro giornale online: ci siamo fatti conoscere, vi abbiamo offerto inchieste e notizie, abbiamo dato voce ai problemi e alle iniziative della cittadinanza, fino a penetrare, con il rispetto necessario, nella quotidianità di ciascun lettore. Sono migliaia, infatti, coloro che visitano giornalmente le nostre pagine per essere sempre documentati sui fatti di cronaca, politica, sport e cultura che riguardano Torrenova e l’intera area dei Nebrodi: in un’epoca in cui il Paese ha bisogno della forza dei singoli per rigenerarsi, nessuno può o riesce a disinteressarsi degli avvenimenti che lo circondano. Grazie per averci fatto entrare nelle vostre vite… Tn24-Notizie siamo tutti noi. Buon compleanno al nostro giornale!

 

 

Condividi questo articolo

Messina – L’Unesco riconosce lo Stretto come Patrimonio dell’Umanità

Stretto-di-Messina2

All’evento parteciperanno,  le Amministrazioni ed i Consigli comunali di Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni

MESSINA - Domani Giovedì 16, alle ore 10.30, nella Sala Falcone Borsellino a Palazzo Zanca, gli assessori, alla Cultura e all’Identità, Tonino Perna, alle Risorse del Mare, Sebastiano Pino, e il direttore della divisione navigazione di RFI, Carmine Rogolino, terranno una conferenza stampa. Durante l’incontro sarà presentata la manifestazione per il riconoscimento dello Stretto, da parte dell’UNESCO, come patrimonio dell’Umanità, che si svolgerà sabato 18, dalle ore 9.30 alle 13.30, a bordo di una nave RFI, con partenza dal porto di Messina. All’evento parteciperanno, tra gli altri, le Amministrazioni ed i Consigli comunali di Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni; e rappresentanti delle associazioni culturali ed ambientaliste Touring Club, FAI, Italia Nostra, Legambiente e WWF. Sulla nave sarà siglato l’accordo propedeutico al riconoscimento dello Stretto quale patrimonio dell’Umanità.

Condividi questo articolo

Messina – Incendio alla facoltà di veterinaria

veterinaria

Improvviso incendio nella facoltà di Veterinaria . Per fortuna non ci sono feriti o intossicati dal fumo

MESSINA –  Si è verificato, intorno alle 14,30, un incendio a Messina nella facoltà di Veterinaria e precisamente, nel reparto di tossicologia, come possiamo vedere nella foto a corredo dell’articolo. Ancora per il momento, non si conoscono le cause che hanno provocato l’incendio, sul posto sono prontamente giunti i vigili del fuoco che stanno provvedendo a spegnerlo. Per fortuna non ci sono feriti o intossicati dal fumo.

Condividi questo articolo

Tortorici – Frana la base per l’eliporto. Striscia “indaga”

tortorici-petyx-330x220 (1)

Lo spreco di denaro era prevedibile. Infatti, il cantiere è stato costruito su una frana dormiente che, appunto un mese fa si è “svegliata”

TORTORICI (ME) - Striscia la notizia sbarca a Messina, con esattezza sui Nebrodi,  con l’inviata Stefania Petyx e il suo fedele bassotto. L’arrivo della troupe Mediaset è dovuto a quello che viene  definito “ uno spreco di denaro pubblico” che sarebbe avvenuto a Tortorici. Accade che nel paesino di 6000 abitanti, composto da 70 borgate, l’ospedale più vicino si trova a 20 km di distanza. Da qui, l’idea di costruire un eliporto per velocizzare il soccorso dei malati.  Ottima trovata, sì, se non fosse che il mese scorso, complice il maltempo, il terreno sul quale stava nascendo la base per l’eliporto è franata. Un incidente?  No. Lo spreco di denaro era prevedibile. Infatti, il cantiere è stato costruito su una frana dormiente che, appunto un mese fa si è “svegliata”. Il paradosso è che nella relazione geotecnica − dicono a “Striscia” −, redatta prima dell’inizio dei lavori, non vi sarebbe traccia di questo ostacolo geologico. Adesso la situazione è la seguente: un cantiere abbandonato e un terreno pericolante gravemente lesionato dai movimenti geologici. La domanda che l’inviata con l’impermeabile giallo, Stefania Petyx,   si pone è “se il dissesto improvviso del terreno si fosse verificato mentre un malato si trovava sull’eliporto?”.

Condividi questo articolo

Sant’Agata di Militello – Oggi e domani la “Fiera di Aprile”

FIERA DI SANT'AGATA

Oggi e domani ritorna l’appuntamento più importante della Primavera nebroidea

SANT’AGATA DI  MILITELLO (ME) -La “Fiera Storica” di Sant’ Agata di Militello è la manifestazione più antica ed importante per la comunità santagatese, per tutto l’ hinterland, per tutto il territorio regionale ed ha anche una grande importanza a livello nazionale. Fin dal medioevo tenevano convegno annuale i trafficanti. Da quel tempo l’importante raduno fieristico ha avuto sempre maggiore fortuna per l’affermarsi di S. Agata quale punto nodale di scambi. Si svolge nei mesi di aprile e di novembre (nei giorni 14 e 15), costituendo il primo e l’ultimo raduno dell’anno per mercanti e compratori di un vasto hinterland Al mercato dei generi di consumo, che si svolge lungo il Viale della Regione Siciliana, si affianca quello tradizionale del bestiame, occupante la spiaggia di Giancola . Si svolge nei mesi di aprile e novembre di ogni anno, nei giorni 14 e 15, presso il lungomare di S. Agata Militello, costituendo il primo e l’ ultimo raduno dell’ anno per mercanti e compratori.

Condividi questo articolo

Meteo – Arriva il caldo “estivo” in Sicilia nei prossimi giorni

caldo-sicilia

Conferme sulla svolta estrema di aprile: arriva un caldo super

METEO SICILIA - Confermata la svolta estrema di aprile: dopo il freddo anomalo della prima decade del mese, e la “normalizzazione” primaverile degli ultimi giorni, adesso ci avviamo a vivere una fase particolarmente estrema prima a causa di un caldo particolarmente significativo in tutto il Paese, poi per il forte maltempo che venerdì, ma soprattutto sabato e domenica, tornerà a colpire l’Italia e in modo particolare le Regioni del centro/nord. Le temperature aumenteranno ulteriormente nei prossimi giorni, in tutto il Paese. Tra martedì 14 e mercoledì 15 le zone più calde rimarranno quelle interne del centro/nord, con picchi di +30°C o quasi in pianura Padana e nei fondovalle alpini. Tra venerdì 17 e sabato 18, invece, il picco del caldo si raggiungerà al Sud, anche qui con valori che raggiungeranno i +30°C nelle zone interne di Calabria e Sicilia, superando per la prima volta in stagione i +25°C sulle coste che invece in questi giorni si stanno mantenendo decisamente fresche grazie alle umide brezze marine.

Condividi questo articolo

Trova un portafoglio nel centro di Capo D’Orlando e lo restituisce, gesto di grande onestà

sordi

Una donna ritrova 900 €  smarriti da un pensionato e li consegna alla Polizia

CAPO D’ORLANDO (ME) - Civiltà. Una qualità che dovrebbe appartenere a tutti, ma la quotidianità convince spesso del contrario. Ad esempio trovare un portafoglio per strada e restituirlo è un gesto piuttosto raro. Si è presentata nei giorni scorsi al corpo di guardia del commissariato di Capo d’Orlando con un libretto postale, una carta d’identità e 900 euro in contanti . Gli agenti piacevolmente increduli, attraverso i documenti, sono presto riusciti a contattare il legittimo proprietario. I poliziotti hanno ringraziato l’onesta cittadina, come del resto ha fatto il pensionato , la quale ha chiesto il numero di telefono della donna , che le ha permesso di continuare a trascorrere la giornata  con serenità e anche stupore. E così è andata: il proprietario di titoli e denaro, un pensionato incredulo, ne è rientrato in possesso.

Condividi questo articolo

Autostrada Pa-Ct, la segnalazione di un lettore «I pilastri del viadotto di Resuttano non sicuri»

resuttano

Si tratta di un punto a 30 chilometri dalla frana che ha costretto alla chiusura l’A19. Tuttavia, anche in questo caso il pilone sembra non poggiare bene sul terreno

RESUTTANO (CL) - Le foto risalgono allo scorso agosto. Un lettore molto preoccupato aveva deciso di denunciare lo stato in cui versano i pilastri che sorreggono una parte del viadotto autostradale sulla Palermo-Catania, all’altezza del Comune di Resuttano, poco prima dell’uscita Ponte cinque archi per Villarosa. La risposta che aveva dato in quell’occasione l’Anas era stata: «Tutto sotto controllo». Eppure le immagini erano e sono assai eloquenti. Meglio usare il presente, perché il lettore ha rilanciato la denuncia dato che lo stato delle cose non sembra cambiato e anzi la situazione potrebbe essere peggiorata visto il tempo trascorso da allora. Quotidianamente, o quasi, percorre quel viadotto, e come lui altre migliaia di persone, pendolari e non. «Non posso far finta di non vedere , l’Anas la scorsa estate disse che andava tutto bene, che non c’erano rischi, ma a me non pare». E viste le forti e abbondanti piogge che ci sono state negli ultimi mesi, che contribuiscono a rendere il terreno meno compatto e provocano smottamenti e

Condividi questo articolo

Acquedolci – Scontro frontale tra due auto sulla Statale 113

incidente-acquedolci-s-786x335

L’incidente avvenuto tra Acquedolci e Sant’Agata, tre feriti nello scontro

ACQUEDOLCI (ME) - La strada statale 113 nella zona tra Acquedolci e Sant’Agata Militello è stata teatro di  uno scontro frontale tra una una Peugeot 207, a bordo della quale viaggiavano madre e figlio, residenti a Capo d’Orlando, e una Fiat 500gui data da un ragazzo del posto. Nell’impatto tre feriti la donna ed il figlio, che si trovava alla guida, hanno avuto la  peggiore e sono stati trasportati all’ospedale di Sant’Agata Militello con sospette fratture agli arti, soccorsi dai sanitari del 118. Secondo quanto accertato dai dai Carabinieri di Acquedolci e Santo Stefano di Camastra che hanno eseguito i rilievi, una delle due vetture è finita contro la seconda che stava sopraggiungendo in direzione opposta. L’incidente è avvenuto poco dopo le 22 di ieri sera .

Condividi questo articolo
Popups Powered By : XYZScripts.com