Messina – La Corte d’Appello ribalta tutto: Vigor in serie D, i giallorossi tornano in Lega Pro!

La società calabrese viene retrocessa all’ultimo posto del campionato 2014-2015 di Lega Pro, consentendo al Messina di ottenere la riammissione tra i professionisti MESSINA – L’ufficialità è arrivata alle 21:40, sul portale Leggi tutto

Bufera sul Policlinico: mozzarelle scadute ai pazienti

E’ stato un maresciallo dei carabinieri in visita ad un parente ricoverato .Il militare ha infatti segnalato la situazione alla direzione ed avvertito i colleghi della stazione di Gazzi, che sono intervenuti Leggi tutto

Corso di Laurea in Medicina a Enna. Insorge Unione Universitari

La notizia ha scatenato le reazioni di molti studenti e anche dell’Unione degli Universitari di Messina , Palermo e Catania ENNA – L’Unione degli Universitari prende posizione contro la scelta di aprire Leggi tutto

Allarme cinghiali a Messina: ne avvistano 7 in un complesso cittadino

A Cefalù, venti giorni fa, un uomo è stato aggredito e ucciso da un cinghiale MESSINA – Svegliarsi, affacciarsi alla finestra e vedere a spasso tra le auto parcheggiate ben 7 cuccioli Leggi tutto

Lipari – I Tiromancino ricordano Gaetano Giambò: “il nostro pensiero vola verso te”

Il ragazzo di Barcellona è venuto a mancare questa settimana in un tragico incidente stradale per le vie di Lipari di Giuseppe Lombardo  LIPARI (ME) – Una speciale dedica  alla memoria di Gaetano Leggi tutto

Messina – La Corte d’Appello ribalta tutto: Vigor in serie D, i giallorossi tornano in Lega Pro!

messina-stadio-1

La società calabrese viene retrocessa all’ultimo posto del campionato 2014-2015 di Lega Pro, consentendo al Messina di ottenere la riammissione tra i professionisti

MESSINA – L’ufficialità è arrivata alle 21:40, sul portale ufficiale della Federcalcio, che come tradizione è andato in tilt per via della marea di contatti arrivati da ogni parte d’Italia. Quel che più conta è che per il Messina si concretizza la notizia più attesa: quella della riammissione in serie C! Alcuni dei componenti della Corte Federale d’Appello, che ha sanzionato duramente la Vigor Lamezia, riaprendo le porte del professionismo al Messina . La Corte Federale d’Appello ha ribaltato infatti la sentenza di primo grado, emessa dal Tribunale Federale Nazionale, inasprimendo duramente la sanzione per la Vigor Lamezia, che ripartirà dalla serie D dopo il declassamento all’ultimo posto della graduatoria del passato torneo di Lega Pro. A questo punto l’ACR, che aveva chiuso da quintultima l’ultima stagione regolare, mantiene un posto tra i professionisti. La ratifica arriverà già lunedì 31 agosto, a Milano, dove si riunirà il Consiglio Federale.

Condividi questo articolo

Bufera sul Policlinico: mozzarelle scadute ai pazienti

promozione_mozzarelle

E’ stato un maresciallo dei carabinieri in visita ad un parente ricoverato .Il militare ha infatti segnalato la situazione alla direzione ed avvertito i colleghi della stazione di Gazzi, che sono intervenuti sequestrando le mozzarelle in giacenza e denunciando la ditta assegnataria del servizio di ristorazione per il Policlinico, impresa con sede in provincia di Vicenza

MESSINA- Nel vassoio della cena c’era una mozzarella scaduta. E’ accaduto lo scorso 24 agosto nel reparto di Medicina Interna, dove tra i visitatori di un aprente ricoverato vi era un maresciallo dei carabinieri che si è reso conto della data riportata sul formaggio, e dopo aver verificato lo stesso inconveniente che anche nei vassoi degli altri pazienti, ha dato l’allarme. Il militare ha infatti segnalato la situazione alla direzione ed avvertito i colleghi della stazione di Gazzi, che sono intervenuti sequestrando le mozzarelle in giacenza e denunciando la ditta assegnataria del servizio di ristorazione per il Policlinico, impresa con sede in provincia di Vicenza. Somministrazione di alimenti in cattivo stato di conservazione e commercio di sostanze alimentari nocive sono i reati ipotizzati a carico della ditta, mentre le

Condividi questo articolo

Corso di Laurea in Medicina a Enna. Insorge Unione Universitari

kore

La notizia ha scatenato le reazioni di molti studenti e anche dell’Unione degli Universitari di Messina , Palermo e Catania

ENNA – L’Unione degli Universitari prende posizione contro la scelta di aprire ad Enna il corso di laurea in Medicina, in collaborazione tra la fondazione “Proserpina” e l’Università rumena “Dunarea de Jos”. Mentre a Messina, Catania e Palermo vigerà il numero chiuso, a Enna basterà una compilazione on-line per intraprendere il proprio percorso. “Ci chiediamo come sia possibile che, a distanza di così pochi chilometri, nello stesso territorio possa avvenire una simile discriminazione: chi potrà pagare un’università privata avrà accesso agli studi in Medicina mentre tutti gli altri resteranno vincolati dalla legge che regolamenta l’accesso a tale facoltà. Il diritto agli studi non può in alcun modo essere vincolato dal potere finanziario degli aspiranti studenti. Un plauso va certamente fatto alla coerenza degli uomini di Governo, dopo la presa di posizione in favore del numero chiuso da parte dell’On.

Condividi questo articolo

Allarme cinghiali a Messina: ne avvistano 7 in un complesso cittadino

20090226 GENOVA -CRO- CINGHIALI IN CITTA'. Un grosso cingiale, chiamato Piero dagli abitanti di via Carso, a pochi minuti dal centro della città. Gli ungulati sono ormai abituati al contatto con l'uomo e circolano indisturbati tra le machine posteggiate in cerca di cibo.
-ANSA/LUCA ZENNARO-

A Cefalù, venti giorni fa, un uomo è stato aggredito e ucciso da un cinghiale

MESSINA – Svegliarsi, affacciarsi alla finestra e vedere a spasso tra le auto parcheggiate ben 7 cuccioli di cinghiale sarà stato uno shock per i residenti del complesso ” Concordia”, sul viale Regina Margherita di Messina. Una zona ad alta densità di popolazione dove, alle 8 circa di questa mattina, è stato panico. Chi era sceso in strada a passeggiare il cane è rientrato di corsa in casa; chi doveva uscire per recarsi al lavoro si è rintanato nel portone. Il centralino della polizia è stato tempestato dalle segnalazioni dei residenti. Sul posto gli agenti della sezione Volanti, il cui arrivo, a sirene spiegate deve avere impaurito i cinghiali che sono scappati. Dove? Sono tornati nel loro habitat, sui monti Peloritani che sovrastano la città, oppure sono pericolosamente in giro per la città? Polizia e Corpo Forestale sono in allerta, pronti a intervenire alla prima segnalazione di avvistamento cinghiali. Ormai l’invasione delle bestie è certa. Già nei giorni scorsio era scattato l’allarme per la “discesa” in città dei

Condividi questo articolo

Lipari – I Tiromancino ricordano Gaetano Giambò: “il nostro pensiero vola verso te”

tiromancino

Il ragazzo di Barcellona è venuto a mancare questa settimana in un tragico incidente stradale per le vie di Lipari

di Giuseppe Lombardo 

LIPARI (ME) – Una speciale dedica  alla memoria di Gaetano Giambò, il 21enne di Barcellona morto alle prime luci dello scorso martedì in un incidente stradale avvenuto sull’isola di Lipari: la canzone – “Per me è importante” – è dei Tiromancino. E proprio il gruppo ha voluto ricordare l’ennesima vittima della strada, Gaetano, già fan di Federico Zampaglione e degli artisti che da sempre lo accompagnano: “Era stato al nostro concerto a Lipari, poi è andato in discoteca. A casa non tornerà più a causa di un tragico incidente. Che Dio ti accolga tra le sua braccia Gaetano. Ti siamo vicini con cuore e musica e il pensiero di chi ti ama ora…vola verso te” appare sulla pagina Facebook della band.

Condividi questo articolo

Progetto “Garanzia Giovani” – In Sicilia è flop: lamentele e ritardi nei pagamenti

GARANZIA-GIOVANI

I ritardi nei pagamenti non sono causa dell’INPS ma della Regione

PALERMO – Piovono ancora polemiche sul tanto discusso progetto Garanzia giovani, nato con l’intento di abbassare il tasso di disoccupazione e di aumentare le possibilità di lavoro tra i giovani. Qualcosa è andato storto, le lamentele sono tante e i profitti sono pochi, quasi inesistenti. Tantissimi sono i ragazzi di tutta Italia che non stanno vivendo questa opportunità in modo positivo. Da nord a sud i problemi sono sempre gli stessi: ritardo nei colloqui, ritardo nelle assunzioni, ritardo soprattutto nei pagamenti. Oggi concentreremo la nostra attenzione sui ragazzi siciliani che, a causa del malfunzionamento del sistema, hanno trovato un modo per confrontarsi e per sfogare la loro rabbia. Infatti, sul social media Facebook, esiste un gruppo in cui tutti i ragazzi iscritti a Garanzia Giovani in Sicilia si scambiano informazioni e riflessioni. Un modo per non sentirsi soli e abbandonati dalla società. Sono tante le lamentele che emergono e che accomunano un po’ tutti. Ad esempio, Chiara scrive: “Ragazzi secondo me questo progetto non ha fatto altro che peggiorare la condizione del lavoro dei giovani! Da quando è iniziato, quei pochi lavoretti che esistevano adesso non li puoi più fare se non sei iscritto a garanzia giovani, e inoltre se prima ti rompevi il

Condividi questo articolo

Messina- Cinghiali selvatici in Viale Regina Elena

20090226 GENOVA -CRO- CINGHIALI IN CITTA'. Un grosso cingiale, chiamato Piero dagli abitanti di via Carso, a pochi minuti dal centro della città. Gli ungulati sono ormai abituati al contatto con l'uomo e circolano indisturbati tra le machine posteggiate in cerca di cibo.
-ANSA/LUCA ZENNARO-

Esemplari sono stati visti sul viale Regina Elena e sul viale Regina Margherita e uno più piccolo al parco Aldo Moro. Il presidente del Consiglio allerta la giunta. Il rischio è che si ripeta quanto accaduto recentemente a Cefalù dove un uomo è stato aggredito e ucciso da un branco di cinghiali

MESSINA – Sono stati visti sul viale Regina Elena e sul viale Regina Margherita e uno più piccolo al parco Aldo Moro.. In particolare, alcuni animali si sarebbero spinti anche all’interno dei parcheggi privati e in prossimità dei cassonetti dei rifiuti.  Si tratta di una specie selvatica che, attirata dall’immondizia, si spinge fino in strada per cercare cibo. La questione è segnalata dal vice presidente del Consiglio comunale Antonino Interdonato tramite una nota inviata al sindaco Renato Accorinti e all’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua. Interdonato chiede l’urgente convocazione di un tavolo tecnico alla presenza del corpo di polizia Municipale, del corpo della  Forestale, dei rappresentati circoscrizionali interessanti della problematica e di tutti quegli attori che possano dare un contributo fattivo alla risoluzione del pericolo su esposto. Il rischio è che si ripeta quanto accaduto recentemente a Cefalù dove un uomo è stato aggredito e ucciso da un branco di cinghiali.

Condividi questo articolo

Lipari – Notte con gli amici in discoteca, finisce fuori strada: muore a 22 anni

giammo

In vacanza a Lipari: il ventunenne Gaetano Giambò perde il controllo dello scooter in curva, sgomento per gli amici che lo seguivano a bordo di una navetta

LIPARI (ME) –Un ragazzo di 21 anni, Gaetano Giambò, è morto in un incidente stradale a Lipari. Dopo una nottata trascorsa in discoteca assieme a un gruppo di amici, il giovane a bordo di uno scooter da Canneto stava rientrando a Lipari, nella via Falcone-Borsellino, subito dopo il palacongressi. In curva, probabilmente per l’alta velocità, ha sbandato e si è schiantato contro un palo. L’impatto è stato mortale. Sgomento e lacrime per gli amici che, con una navetta, seguivano il ragazzo con lo scooter. Giambò, originario di Barcellona , era in vacanza con i genitori a Vulcano e gli amici lo avevano raggiunto con un vaporetto da Milazzo. Ieri sera avevano assistito, a Marina Corta, all’esibizione dei Tiromacino e poi a tarda notte, dopo i giochi pirotecnici, si erano trasferiti in discoteca. Fino alle primi luci dell’alba. I sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che accertarne il

Condividi questo articolo

Panico a Capo Peloro: sparano con un fucile

capo-peloro-notte

 Ricercati due ventenni , uno dei due ha esploso un colpo di fucile a canne mozze davanti al lido Horcynus Orca

MESSINA – Poteva avere conseguenze ben più gravi il gesto di un giovane ventenne che ieri, alle quattro del mattino, insieme ad un coetaneo, ha esploso un colpo di fucile a canne mozze davanti al lido Horcynus Orca a Capo Peloro. I motivi del gesto pare risalgano a qualche ora prima. I due giovani, entrambi di circa 20 anni, erano entrati nella zona del lido intorno all’1.30, quando si stava svolgendo un concerto a cui stavano assistendo circa 70 persone. Avevano subito cominciato a infastidire i ragazzi e le ragazze presenti che avrebbero cercato di evitarli per non essere infastiditi. Questo atteggiamento avrebbe scatenato la rabbia dei due che, pare in evidente stato di alterazione. avrebbero cominciato a danneggiare ombrelloni, tavoli e sedie. Ma, non soddisfatti, alla chiusura del lido, hanno minacciato di ritornare. E così è stato: alle 4 del

Condividi questo articolo

Nibali choc – Si appende all’ammiraglia dopo la caduta: espulso dalla Vuelta

nibali choc

Il messinese squalificato dalla giuria: per la prima volta fuori da un grande giro

E’ già finita, e nel modo peggiore, la Vuelta Espana di Vincenzo Nibali. Il Campione d’Italia è stato squalificato per essersi attaccato all’ammiraglia facendosi trainare a tutta velocità per un centinaio di metri. Un gesto dettato dal nervosismo per essere rimasto indietro dopo una caduta, ma che è stato talmente plateale da non concedere altra scelta alla giuria se non quella dell’espulsione dalla corsa. Un vero choc, se si considera anche che finora Vincenzo Nibali aveva sempre concluso tutti i grandi giri a cui aveva partecipato. Ricostruiamo l’episodio che ha portato all’esclusione di Nibali. Il capitano della Astana è rimasto coinvolto in una maxicaduta che ha spezzato il gruppo intorno ai 30 km dall’arrivo. Nibali è rimasto indietro con molti altri corridori, ha dovuto attendere a lungo prima di ricevere la bici di scorta e poter ripartire. Inizialmente ha trovato l’aiuto dei

Condividi questo articolo
Popups Powered By : XYZScripts.com