Messina – Reginald Green, torna al policlinico “G.Martino”

nicholas-green

In questi giorni Reginald Green ha visitato diverse città italiane, quella nella città dello stretto è l’unica tappa siciliana

MESSINA - Martedì 23 settembre il padre, Reginald Green, torna al policlinico “G.Martino” di Messina, in cui tutto ha avuto fine e al tempo stesso inizio e dove venne eseguito il prelievo di organi che ha dato nuova speranza a sette persone.Il palazzo dei congressi dell’AOU G. Martino ospiterà un incontro – aperto al pubblico e ai giornalisti  – dal titolo “L’effetto Nicholas”. La donazione di organi nei tuoi pensieri  , promosso per alimentare una cultura consapevole su tale argomento.   Una giornata, il 23, durante la quale il tema della donazione e dei trapianti sarà analizzato sotto più punti di vista: dalla realtà regionale con il ruolo dei diversi attori che, a livello centrale e locale, entrano in campo, fino alle esperienze dirette di chi ha donato, di chi ha ricevuto e oggi vive perché qualcuno, come Nicholas,  è stato così generoso.

Condividi questo articolo

Orrore a Barcellona , ucciso a sprangate in testa

barcellona omicidio

Macabro omicidio nella città del Longano 

BARCELLONA P.G. (ME) -Ucciso intorno alle 4 di questa notte Barcellona Pozzo di Gotto, nel quartiere S. Antonio, in via Casenuove, . Uncittadino straniero, di nazionalità marocchina, M.A., di 35 anni, è stato ferito mortalmente alla testa da colpi di piccone. L’omicidio è avvenuto in mezzo alla strada e l’uomo è morto dissanguato. Sul posto immediatamente intervenuti i Carabinieri della stazione di Barcellona, i Ris di Messina ed i sanitari del 118. Le indagini sono coordinati dal Pm Mirko Pilone. Gli inquirenti stanno indagando a 360°: indiscrezioni parlano di movente passionale , sembrerebbe abbiano già identificato l’ omicida.

Condividi questo articolo

Pensionata Inps a spasso con il cane: “Truffa da 60mila euro”

paraplegica

Una pensionata 63enne originaria di Messina e residente a Forlì è finita nei guai

FORLI’ - Sulla carta risultava invalida. Un handicap che le impediva di camminare e che la obbligava ad essere assistita per lavarsi e preparare da mangiare. Finché la guardia di finanza non l’ha sorpresa portare a spasso il cane: non un singolo episodio sporadico, ma più occasioni, al mattino e a tarda sera.  Per questo una pensionata 63enne originaria di Messina e residente a Forlì è finita nei guai. L’ammontare della somma sottratta indebitamente fingendosi invalida è di 60mila euro. Gli uomini delle Fiamme gialle hanno segnalato il caso alla Corte dei Conti, notificandole l’avviso di conclusione delle indagini preliminari per truffa aggravata ai danni dell’Inps.

Condividi questo articolo

Barcellona P.G. – Potrebbe essere riaperto il “Caso Manca”

manca

Sulla base delle dichiarazioni del killer dei Casalesi Giuseppe Setola

BARCELLONA P.G. (ME) - Il caso Manca potrebbe essere riaperto sulla base delle dichiarazioni del killer dei Casalesi Giuseppe Setola. A rivelarlo un lancio Ansa.“Le dichiarazioni del killer dei Casalesi Giuseppe Setola – spiega l’Ansa –  potrebbero fare riaprire le indagini sulla morte dell’urologo Attilio Manca, medico di Barcellona Pozzo di Gotto,  trovato morto nella sua casa di Viterbo nel 2004 con una siringa di eroina nel braccio. Il gip di Viterbo, ad agosto nel 2013, ha archiviato l’indagine aperta nei confronti di cinque persone di Barcellona Pozzo di Gotto, avallando la tesi del suicidio. Tesi sempre respinta dai familiari del medico che sostengono che la mafia barcellonese, nel 2003, avrebbe costretto Manca ad operare alla prostata il boss Bernardo Provenzano che si trovava ricoverato in una clinica di Marsiglia. Poi, dopo l’intervento, l’avrebbe ucciso per eliminare un testimone scomodo”.

Condividi questo articolo

Salina – Turista trovato morto sul monte Fossa delle Felci

Monte_dei_Porri_volcano_from_Monte_Fossa_delle_Felci_on_Salina_Aeolian_Islands_Italy

INTERVENUTI CARABINIERI E GUARDIE DELLA RISERVA NATURALE

SALINA (ME) - Un turista è stato trovato morto sul monte Fossa delle Felci a Salina, nell’arcipelago delle Eolie. A segnalare il decesso sono stati alcuni escursionisti in transito. Scattato l’allarme si sono mobilitati i carabinieri e le guardie della riserva naturale che hanno impiegato circa un’ora e mezza per raggiungere il luogo abbastanza impervio, nella parte sovrastante la borgata di Lingua E’ probabile che il turista si sia avventurato da solo per cercare di raggiungere la vetta della riserva naturale e per il gran caldo causato dallo scirocco (alle Eolie sono stati raggiunti anche 40 gradi) improvvisamente sia stato colto da un malore.

Condividi questo articolo

Battipaglia – Tragedia sui binari: muore uomo di Rocca di Capri Leone

galati-1-640x853

La notizia ha sconvolto la comunità di Rocca  dove Andrea Galati era molto conosciuto

BATTIPAGLIA (SA) - Un uomo residente a Rocca di Capri Leone ,Andrea Galati  è morto nella tarda serata di ieri travolto dal treno regionale Sapri-Napoli. L’incidente è avvenuto in località Belvedere di via Fosso Pioppo nel comune di Battipaglia. A quanto si è appreso la vittima, camminava nei pressi dei binari e non si sarebbe accorta dell’arrivo del convoglio. La circolazione è rimasta interrotta diverse ore. I resti dell’uomo sono ora all’obitorio di Battipaglia. Sul posto i carabinieri della locale compagnia.

Condividi questo articolo

Incendio a Buonfornello , chiusa l’autostrada

10276522_698337073581401_1574484104_n

Il traffico, in entrambe le direzioni, è deviato sulla strada statale 113 , altri incendi a Piraino e Reitano

CAMPOFELICE DI ROCCELLA (PA) - Un grosso incendio divampa nella zona di Buonfornello. E’ provvisoriamente chiuso l’allacciamento tra le autostrade A19 “Palermo-Catania” e A20 “Messina-Palermo” (quest’ultima di competenza del Consorzio Autostrade Siciliane). Il traffico, in entrambe le direzioni, viene deviato sulla strada statale 113 “Settentrionale Sicula”, tra gli svincoli di Buonfornello e di Cefalù. Sul posto sono presenti i Vigili de Fuoco e il personale dell’Anas, e gli addetti della viabilità del CAS .

Condividi questo articolo

Come sarà il futuro dell’ospedale di Sant’Agata ????

sagata-m-ospedale

 

SANT’AGATA DI MILITELLO (ME) - La visita fatta ieri , ma poco cambia del  direttore generale  dell’Asp 5 Gaetano Sirna, , in visita di cortesia,  ha suonato il “de profundis” per l’ospedale di Sant’Agata Militello. Il disegno dunque si sta portando a compimento. Niente Utic, niente emodinamica, messa definitivamente nel cassetto anche la favoletta di “Cuccubello”,  a quanto pare lo stesso Sirna sull’argomento avrebbe messo a tacere il primo cittadino/medico Sottile, nel corso dell’incontro informale di ieri. Il destino dell’ospedale di Sant’Agata e con esso della sanità sui Nebrodi è dunque tracciato , si va verso un poliambulatorio o poco più. Servizi mirati, lungodegenza, riabilitazione ed un pta le cui contraddizioni ed i paradossi sono stati evidenti sin dal taglio del nastro e continuano pesantemente a penalizzare gli utenti. 

Condividi questo articolo

Messina – Incidente sul traghetto FS ” Villa” , 4 feriti

IMG_5531.JPG

Tragedia evitata 

MESSINA - Poteva finire in tragedia l’incidente avvenuto ieri pomeriggio, alle 16, a bordo della nave traghetto Villa. Durante la manovra per issare a bordo della nave una scialuppa di salvataggio che trasportava 5 marittimi, si è rotto un cavo in acciaio della carrucola utilzzata per sollevare l’imbarcazione. La Scialuppa si è inclinata e uno dei marinai è caduto in mare. I restanti 4 a bordo sono, fortunatamente, riusciti ad aggrapparsi e a non precipitare in acqua. Uno tra questi, però, ha riporatato la frattura della clavicola. Frattura di 3 costole, invece, per quello caduto in mare, prontamente soccorso dal personale della Villa. Contusioni lievi per gli altri. Sul posto, per i rilievi del caso, sono intervenuti gli agenti della Polizia Ferroviaria e la Capitaneria di Porto, che pare abbia già aperto inchiesta su un incidente che poteva trasformarsi in tragedia.

Condividi questo articolo

Medicina, sentenza del Tar: “Test illegittimo, studenti riammessi”

test.ingresso

Il Tar ha dato ragione a 150 concorrenti ma potrebbero diventare oltre 700.

MESSINA - Il Tribunale amministrativo  di Palermo ha dichiarato illegittimo il test per l’ammissione ai corsi di Medicina e Odontoiatria all’Università di Palermo, Catania e Messina celebrato l’8 aprile scorso, in pieno anno scolastico per migliaia di diplomandi. Una decisione che ha mandato nel caos le Università Siciliane, assunta nel corso dell’udienza della prima sezione presieduta dal giudice Filoreto D’Agostino, che ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Santi Delia e Michele Bonetti.Già qualche giorno prima, il Cga aveva rigettato l’appello dell’Università sul passato test di ammissione e confermato la decisione dello stesso Tar Palermo che anche l’anno passato aveva duramente stigmatizzato l’operato delle Amministrazioni coinvolte nel concorso di ammissione.

Condividi questo articolo