Omicidio a Novara di Sicilia: commerciante acese spara al cognato al culmine di una lite


-di Nino Caliò

-NOVARA DI SICILIA (ME)-Sebastiano Raciti è stato ucciso dal cognato Sebastiano Grasso, che al culminedi una lite ha afferrato la pistola e aperto il fuoco, per poi andare a costituirsi ai carabinieri. I due, di Acireale, si trovavano nel centro montano del messinese per motivi di lavoro.

Ancora tutta da chiarire la dinamica dell’omicidio avvenuto oggi poco dopo le 13 a Novara si Sicilia, in contrada Vallone Botte. La vittima, il cinquantunenne SebastianoRaciti, di Acireale, ès tato freddato dal cognato, costituitosi subito dopo ai carabinieri del centro tirrenico.Rosario Grasso, 65 anni, tabaccaio, ha raccontato di aver sparato al congiunto al culime di una furibonda lite, alimentata anche da qualche goccio di alcool di troppo nel sangue. I due si trovavano a Novara per motivi di lavoro.A raccogliere la confessione è stato il sostituto procuratore della Repubblica di Barcellona, Mirko Piloni, che sta valutando la posizione di Grasso.