Vasto incendio al confine tra le province di Palermo e Messina: situazione critica a San Mauro Castelverde ed a Capo D’Orlando

Un grosso incendio e’ divampato nel versante litoraneo della montagna di San Mauro Castelverde, in provincia di Palermo. Interessati anche il territorio del comune di Tusa, nel messinese, e la vicina frazione di Milianni. Il presidente del Parco delle Madonie Angelo Pizzuto ha lanciato l’allerta mettendosi in contatto con il capo del corpo forestale Pietro Tolomeo e con i vertici della protezione civile regionale. “Sul luogo sono gia’ arrivati uomini e automezzi – afferma Pizzuto – supportati da diversi elicotteri e canadair necessari per affrontare questo improvviso incendio”.Piromani scatenati e ore di paura a Capo d’Orlando per due incendi che dal primo pomeriggio hanno colpito contrada Forno Alto e la zona sovrastante la via Benefizio, area che ogni anno viene colpita dai roghi.
Il più grave, senza dubbio, quello partito poco prima delle 13 a Forno Alto nell’area compresa tra la costruenda casa-albergo per anziani e le abitazioni della contrada a ridosso dell’edificio delle vecchie scuole elementari.
Impressionanti le lingue di fuoco che si sono alzate a ridosso delle case e che, oltre a lambire diversi fabbricati, hanno distrutto una tettoia ed un ciclomotore parcheggiato all’interno.
Nei pressi dell’abitazione dell’artigiano Fabiano Calanni, le fiamme hanno raggiunto un’area in cui si trovavano alcuni animali. Per ore l’incendio è stato fronteggiato solo dai volontari del gruppo di protezione civile cittadina insieme ai Carabinieri della stazione di Capo d’Orlando. Con tutti i mezzi a disposizione, hanno impedito che le case venissero danneggiate. Poi sono giunti gli uomini della Forestale di Naso e quindi anche i Vigili del Fuoco di Sant’Agata Militello.
Per fortuna non è stato necessario evacuare fabbricati mentre l’assessore alla protezione Civile, Aldo Leggio, ha coordinato le operazioni.
Le fiamme, sospinte dal vento di scirocco si sono poi spostante al confine con il comune di Naso, in contrada Brucoli, mentre nella vallata hanno lambito il tunnel dell’autostrada Messina-Palermo. La Polstrada di Sant’Agata Militello ha quindi provveduto a rallentare il traffico per evitare problemi agli automobilisti.
Intorno alle 16, molti degli uomini impegnati a Forno Alto sono stati dirottati verso il centro urbano per il secondo incendio nelle campagne sovrastanti la Statale 113, nei pressi di via Benefizio. In questo caso le fiamme hanno inghiottito soprattutto macchia mediterranea in terreni incolti ma hanno anche distrutto un casolare abbandonato e raggiunto il cortile di una villetta. L’incendio è stato domato in serata con l’ausilio di un canadair.