ROGHI NEL MESSINESE – 4 IN MANETTE

-Due incendi di natura dolosa appiccati nella zona tirrenica hanno distrutto un’estesa fascia boschiva e portato all’arresto di 4 persone

-di Nino Caliò

-MESSINA | Un incendio in un’area collinare di oltre 200 metri a Ciambra, zona di confine tra i Comuni di Castel di Lucio (ME) e San Mauro Castelverde (PA), era stato segnalato, nella tarda serata di ieri, da alcuni cittadini. Da quel momento è scattata un’azione coordinata a cui hanno partecipato i carabinieri della compagnia di Mistretta, quelli della compagnia di San Mauro Castelverde ed il personale della forestale. Dalle indagini scattate immediatamente dopo, sono emersi elementi importanti che hanno portato all’identificazione di tre persone, ritenute colpevoli di aver appiccato l’incendio. Con l’accusa di incendio boschivo, sono quindi finiti in manette Mauro Manzone, allevatore classe 73′, nato a Palermo, Claudio Mazzone, classe 46′, pensionato nato a San Mauro Castelverde, e Francesco Ciolino, trattorista classe 62′. Per i tre, in attesa del giudizio definitivo, sono stati disposti gli arresti domiciliari. Su luogo del rogo è ancora impegnato il personale della forestale.

Montalbano Elicona (ME)
Altro arresto sul versante tirrenico. I militari della compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto hanno arrestato il 45enne Roberto Stravalaci. L’uomo, notato da un cittadino che aveva immediatamente denunciato il fatto ai carabinieri, aveva appiccato un incendio in una zona isolata nei pressi della strada provinciale che collega Montalbano Elicona con Falcone. Il piromane è stato bloccato mentre tornava nella sua abitazione. Di fronte ai militari ha ammesso subito le proprie responsabilità, motivando il proprio gesto con l’esigenza di allargare le zone adibite a pascolo.