Messina. Sgomberato edificio in via Giordano Bruno

MESSINA – L’ordinanza (datata 24 dicembre) parla chiaro: il palazzo di cinque piani, sito al civico 148 di via Giordano Bruno va sgomberato. A rischio c’è l’incolumità dei residenti. Alla base del provvedimento firmato dal commissario Croce e dal dipartimento Tutela incolumità pubblica e privata ci sono gli accertamenti e le perizie del Comune e dei Vigili del fuoco, le consulenze tecniche d’ufficio del Tribunale civile e la prima sentenza parziale emessa dallo stesso in merito alla delicatissima vicenda, il 17 febbraio 2011. La causa, che prosegue in primo grado, è incentrata sulle responsabilità all’origine della “situazione di pericolo per condizioni di dissesto del fabbricato”. Il Tribunale ha dichiarato l’illegittimità della sopraelevazione di un piano, eseguita nei primi anni 90, prescrivendo di verificare se l’unico rimedio sia demolire il corpo aggiunto, “o se a detti inconvenienti possa porsi rimedio attraverso opere di consolidamento”. Molti i disagi per i 19 condomini, ma a rischio c’è la loro vita.