Peculato: In manette funzionario comunale e figlio

PETTINEO (ME) – Tramite un collaudato sistema di mandati di pagamenti del Comune di Pettineo, il ragioniere comunale Francesco Votrico di 60 anni, sarebbe riuscito a trasferire nel suo conto corrente ed in quello del figlio, Salvatore Votrico di 27 anni, ben 384 mila euro in sei anni. I due sono stati arrestati ieri sera dai Carabinieri della Compagnia di Mistretta e della Stazione di Pettineo.

Francesco Votrico è stato rinchiuso presso il carcere di Mistretta, mentre il figlio è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Entrambi sono incensurati. L’indagine ha preso il via circa due mesi fa ed ha consentito di ricostruire in maniera capillare il sistema fraudolento posto in essere da Francesco Votrico, che avrebbe trasferito illecitamente il denaro nei conti correnti nel periodo 2008-2013, mediante la produzione di ben 73 mandati di pagamento illegittimi.

Dall’inchiesta dei militari dell’Arma, risulta che il funzionario pubblico sostanzialmente produceva, a sua firma in qualità di Capo Settore, dei mandati di pagamento ingiustificati (per cifre che andavano dai 500 ai 20.000 Euro per volta), che presentavano però estremi a prima vista regolari o plausibili; tali documenti dalla parvenza legittima venivano regolarmente messi agli atti dell’Ufficio Ragioneria, al fine di non destare alcun sospetto in caso di verifiche, mentre una seconda copia, dove invece alla voce “beneficiario” venivano poste le coordinate bancarie di uno dei conti correnti degli odierni indagati, veniva portata personalmente presso l’istituto bancario che svolge funzioni di tesoreria per il Comune di Pettineo al fine di ottenerne l’illecita liquidazione direttamente sui propri conti personali.

Be the first to comment on "Peculato: In manette funzionario comunale e figlio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.