Caso Grassi. Fuorionda shock dei Carabinieri: “È una p…a”

MESSINA – “Quella puttana scomparsa…questa è una puttana. E’ una zoccola ed ora non ce ne possiamo fottere perché c’è Chi l’ha visto? che se ne occupa”. La nota trasmissione di Rai tre è iniziata con un fuorionda shock registrato casualmente dall’inviato della trasmissione, il quale chiedeva notizie in merito alla “pista calabrese”, secondo cui, Provvidenza poteva essere stata rapita prima della sua morte. Alla fine della telefonata, i Carabinieri hanno lasciato il telefonino acceso e la troupé ha continuato a registrare quelle parole di disprezzo degli uomini dell’Arma nei confronti di Provvidenza Grassi e del padre: “Il padre poi rompe sempre i coglioni in caserma, è la terza volta che lo fa e sempre di domenica pomeriggio. Sono tre domeniche di seguito compreso Ferragosto. L’ho cacciato. E’ un coglione, poi lo conoscerai”. La conduttrice Federica Sciarelli ha sottolineato, giustamente, che non bisogna generalizzare e che gli uomini in divisa sono sempre stati vicini alle famiglie che si sono rivolte alla trasmissione della tv nazionale, ma la messa in onda di quel documento audio era quasi un “atto dovuto”, in memoria di una giovane donna morta e di un padre che cercava disperatamente di attirare l’attenzione, affinchè le indagini fossero più serrate. E 6 mesi e 20 giorni dopo la sua scomparsa, a pochi giorni dal ritrovamento del suo cadavere ma a “giochi” ancora aperti” perchè tutto è possibile, è arrivato il tempo dei “SE” . SE avessero cercato bene nel tratto di strada più ovvio, quello che la riportava a casa, a S.Lucia sopra Contesse; SE avessero rastrellato la tangenziale ipotizzando l’evento più comune, un incidente, e avessero avvistato la targa di un’auto, quella per laquale erano state diramate le ricerche, attaccata a un guardrail danneggiato; SE avessero guardato sotto quel guardrail e avessero visto la Fiat 600, Provvidenza poteva essere salvata? Troppi SE sin qui, ma adesso è arrivato il tempo delle risposte. Adesso ci sono periti,investigatori, patologi, magistrati al lavoro. Provvidenza dovrà avere pace e forse, tutti noi, dovremmo fare un passo indietro. Infine, sarò impopolare ma lo dico, francamente non mi sento di attaccare tutta l’Arma dei carabinieri a causa di un omuncolo cui dovrebbe essere strappata la divisa addosso. Quella stessa divisa, ricordiamolo, in tante occasioni è stata indossata da eroi.

Be the first to comment on "Caso Grassi. Fuorionda shock dei Carabinieri: “È una p…a”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.