La morte di Provvidenza Grassi -Indagati 12 persone ,nel mirino resta il Cas

Provvidenza Grassi, 27 anni, a bordo della sua auto, scavalcò la barriera di protezione della tangenziale e finì in una scarpata

MESSINA – Sono dodici gli indagati per la morte di Provvidenza Grassi, la commessa di 27 anni, scomparsa con la sua auto nel luglio del 2013 e ritrovata morta, sei mesi dopo, sotto il viadotto Bordonaro dell’autostrada Messina-Palermo. Si tratta di ex presidenti ed ex commissari del Consorzio autostradale, di direttori generali e dirigenti nei confronti dei quali il sostituto procuratore del Tribunale di Messina, Diego Capece Minutolo, ha ipotizzato, a vario titolo, i reati di omicidio colposo e rifiuto di atti d’ufficio. Escono dall’inchiesta invece due funzionari che erano stati inizialmente indagati. Secondo il magistrato, non ci furono gli interventi di messa in sicurezza dell’autostrada A20, soprattutto in prossimita’ delle barriere di protezione all’uscita delle gallerie. Proprio attraverso una di queste barriere sarebbe volata la Fiat 600 condotta dalla donna che quella sera stava tornando a casa dopo aver trascorso la serata con il fidanzato. L’auto con la ragazza, all’uscita della galleria Bordonaro sbando’ riuscendo a passare sopra la barriera e finendo in fondo ad una scarpata. La tesi dell’incidente non ha mai convinto a fondo la famiglia della ragazza.

Be the first to comment on "La morte di Provvidenza Grassi -Indagati 12 persone ,nel mirino resta il Cas"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.