Gioiosa Marea – Sequestrati beni e società, imprenditore Mollica

 Il valore complessivo del sequestro ammonta a circa 135 mln di euro. secondo le accuse avrebbe utilizzato la copertura di numerose società formalmente amministrate da prestanome riuscendo ad assicurarsi un elevato numero di commesse pubbliche

GIOIOSA MAREA (ME) – Con l’operazione ‘Variante inattesa 2’, la Guardia di Finanza di Roma ha sequestrato beni mobili e immobili, partecipazioni e numerose società, per un valore complessivo di stima di circa 135 milioni di euro, all’imprenditore Pietro Mollica. Disposto dal Tribunale di Roma ed eseguito dagli specialisti del Gico (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) del nucleo di polizia tributaria di Roma, il provvedimento è esito di complesse indagini avviate nel 2014 su delega della Procura della Repubblica di Roma, nel cui ambito sono state confermate e rafforzate evidenze investigative, in precedenza acquisite in un’altra indagine di polizia giudiziaria, sull’esistenza di una struttura delinquenziale, gerarchicamente organizzata. Mollica, imprenditore di Gioiosa Marea già arrestato lo scorso marzo, noto per essere attivo nel settore degli appalti delle opere pubbliche su scala nazionale, dedito alla commissione di reati fallimentari e trasferimento fraudolento di valori, secondo le accuse avrebbe utilizzato la copertura di numerose società formalmente amministrate da prestanome riuscendo ad assicurarsi un elevato numero di commesse pubbliche su tutto il territorio italiano.

 

Be the first to comment on "Gioiosa Marea – Sequestrati beni e società, imprenditore Mollica"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.