Biomasse a Torrenova – Lo “strano” silenzio del vice-sindaco Esposito

Nel 2012 è stato il promotore di una raccolta firme per scongiurare una discarica di inerti in una vecchia cava nella zona del sito archeologico di “Scodonì”

TORRENOVA (ME) – E` assordante il silenzio del vice-sindaco Ennio Esposito ,degli altri assessori e del gruppo consiliare di maggioranza sugli impianti di biomassa in costruzione a Torrenova , mentre il Sindaco è palesemente d’accordo , ignorando la volontà dei suoi concittadini (non suoi cittadini come più volte a ripetuto nella sua autogestita).Ma tornando al vice-sindaco , voglio ricordare che è stato il promotore con qualche altro famigliare  ad una raccolta firme “solo” per una richiesta di una società privata per una discarica di inerti nella vecchia cava nella zona del sito archeologico di “Scodonì” , cioè a poche centinaia di metri da dove stanno costruendo uno dei tre impianti a biomasse, portando così il consiglio comunale di allora ,presieduto dall’attuale sindaco alla sfiducia del Dott. Benedetto Russo primo cittadino  in carica. Quello che il sottoscritto si chiede assieme a tanti altri concittadini è, come mai Esposito non esprime il proprio parere a riguardo , positivo o negativo che sia? Non dimentichiamoci che di fatto il vero “cavallo di battaglia” dell’ultima tornata elettorale è stata solo questa fantomatica discarica , ed è normale che qualche dubbio affiora le nostre menti.

Be the first to comment on "Biomasse a Torrenova – Lo “strano” silenzio del vice-sindaco Esposito"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.