Messina scippata dell’Autorità portuale da Gioia Tauro

Accorinti e classe politica assenti

MESSINA – Come volevasi dimostrare Messina perde un’altro pezzo importante nel panorama istituzionale, parliamo dell’Autorità Portuale. Sull’epilogo riceviamo una nota da parte del Gruppo Briguglio-Musumeci che integralmente pubblichiamo.                                                                                                                                              Il Consiglio dei Ministri di ieri sera ha varato il decreto di riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione delle Autorità portuali. Nel sito del Ministero dei Trasporti ne sono stati precisati i contenuti. I porti italiani vengono riorganizzati in 15 Autorità di sistema eMessina risulta inglobata nella Autorità di Sistema Portuale dello Stretto  con sede Gioia.  Avevamo paventato un altro scippo alla nostra città che sarebbe stato rappresentato dal declassamento del porto di Messina da sede di Autorità Portuale a Direzione di Scalo e dallo spostamento del centro decisionale che riguarda il porto e le infrastrutture portuali di Messina.Si era auspicato un ripensamento che avrebbe dovuto tenere conto della peculiarità e dei numeri dello Stretto di Messina e dei traffici dei porti di Messina e Milazzoche da anni hanno costituito l’ Autorità Portuale di Messina.
Abbiamo sostenuto e continuiamo a farlo che l’unica soluzione sensata sarebbe stata creare una Autorità dello Stretto indipendente non asservita né a Gioia Tauro né a Catania-Augusta. I fatti dimostrano ilmancato peso della classe politica messinese a differenza di quella catanese. Catania infatti ha strappato la sede ad Augusta. E Messina, guidata da un Sindaco inesistente e con una classe politica assente,continua a vivere un declino senza fine.

Be the first to comment on "Messina scippata dell’Autorità portuale da Gioia Tauro"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.