Pierluigi Lazzarini – Su Facebook “Niente sarà più come prima”

MESSINA – Un messaggio commovente, quello scritto dal padre di Rebecca, non solo di ringraziamenti per l’ affetto dimostrato dai tanti alla famiglia della piccola ma anche un pensiero stupendo per l’amata figlia che mai più potrà abbracciare.

“Grazie,grazie,grazie e grazie a tutti.  Civitanovesi,Messinesi e i moltissimi che neanche conosciamo per il vostro immenso affetto dimostratoci.Ma non vi offendete perché’ non potete minimamente immaginare quello che si prova vedere sparire vostra figlia (e che figlia!!!) in un battito di ciglia, davanti i miei occhi, a 20 cm da me e dal fratellino Alberto,vederla sbattuta a terra a 60 metri, 60 metri di corsa interminabile poi quando arrivo lì la prendo in braccio e lei non mi risponde!!!cosi gli chiudo gli occhi ancora aperti e con quell’odore acre di sangue che sentirò per tutta la vita. Papa’ papà papà papà papà rispondimi…..niente… da quel momento la mia vita è finita!!

Fortuna che ho Alberto ma niente sarà più come prima!!!
Di Rebecca che dire: magnifica,stupenda,educatissima,garbata,mai sopra le righe,amava la vita, studiava inglese,spagnolo,cinese e tedesco con ottimi profitti, già leggeva libri in inglese perché voleva fare l’università fuori diceva lei(Londra o New York). Amavi anche ballare già da piccolissima, pochi giorni fa alla tua prima gara siamo tornati a casa con un primo ed un secondo posto!!Cucciola di babbo anche se siamo stati troppo poco tempo insieme ci siamo divertiti tantissimo,amavi anche la musica, ti ho portato a vedere tutti i tuoi idoli, indimenticabile il doppio concerto degli one direction a s.siro, tu non ci credevi che ti facevo vedere tutte e due le date eee, ci amavamo tantissimo poi……
Ti saluta la Mamma e il tuo fratellone
A Presto!!!
Babbo tuo

❤ 

il tuo idolo come mi chiamavi”

Be the first to comment on "Pierluigi Lazzarini – Su Facebook “Niente sarà più come prima”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.