Capo d’Orlando: accordo trovato per gli operai che da mesi riversano senza stipendio


Notizia di poco fa l’accordo che si è trovato, durante l’assemblea, tra il sindacato che rappresenta i 40 operatori dell’Aro di Capo d’Orlando e le imprese  Ecoservizi e Multecoplast.

Oggi verrà pagato uno stipendio arretrato , il 30 aprile sarà pagato un secondo stipendio arretrato e per il 20 maggio, l’impresa si è impegnata a versare ben 2 stipendi arretrati. Il resto sarà pagato, con due mensilità per volta, il 20 luglio ed il 20 agosto.

Post accordo, un gruppo di operai si sono messi a raccogliere la spazzatura che per 2 giorni non è stata raccolta. Da lunedì torneranno tutti a svolgere le proprie mansioni, indubbiamente in maniera serena.

I sindaco di Capo d’Orlando, Ignazio Ingrillì, ringrazia i lavoratori in primis, ma anche le azienda e sindacati dichiarando: “per il senso di responsabilità mostrato e la pacatezza dei toni durante il confronto. Comprendo le legittime rimostranze degli operai che non possono sostenere oltre il peso del ritardo del pagamento degli stipendi e gli sforzi di tutti sono rivolti in questa direzione. D’altra parte, si tratta di un servizio essenziale che va garantito, per esigenze di natura igienico sanitaria e per il decoro urbano”.