Sicilia: dopo il weekend, si fanno la conta dei danni causati dal mal tempo


Il giorno dopo si fa la conta dei danni. Il forte vento nel weekend ha divelto alberi, fatto cadere cornicioni, creato danni alle auto e disagi enormi nei collegamenti aerei e marittimi ma soprattutto ha distrutto totalmente il lavoro degli agricoltori della fascia trasformata del Siracusano e del Ragusano. Centinaia di serre sono state abbattute dalle raffiche e il raccolto rovinato.

Il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, che sarà disposta “dettagliata relazione da parte dei competenti ispettorati per delimitare le aree colpite e chiedere le provvidenze previste per le calamità. Dopo il danno la beffa, poiché le forti raffiche di vento delle ultime ore hanno assestato il colpo fatale alle aziende agricole del Sud est siciliano, già in ginocchio per la spietata concorrenza straniera che ha lasciato invenduta gran parte della produzione orticola. Parecchie serre sono state spazzate vie, molte altre hanno subito danni gravi”.