Coronavirus, scarcerano il boss che ha ucciso suo padre: “Si dimetta ministro”

BARCELLONA P. G. ( ME) –Oggi, causa coronavirus, hanno scarcerato Angelo Porcino uno dei boss della cosca barcellonese». Lo scrive su Facebook Chicco Alfano, figlio di Beppe Alfano, il giornalista di Barcellona ucciso dalla mafia l’8 gennaio del 1993.

Duro l’affondo contro il Ministro Alfonso Bonafede (siciliano, M5s) e il capo del DAP: «Adesso basta indugiare – continua Alfano – scarcerate anche Giuseppe Gullotti, boss della mafia barcellonese e mandante dell’omicidio di mio padre e Antonino Merlino killer di mio padre. Fatelo subito non aspettate la scusa del coronavirus perché tanto lo sappiamo: ciò che iniziò 28 anni fa non si è mai fermato. In un paese civile quale NON è l’Italia sarebbero già arrivate le dimissioni del ministro della Giustizia e del capo del D.A.P. Ma noi abbiamo invece il ministro del “io non centro”, del “non è colpa mia” e dell’indifferenza».

Be the first to comment on "Coronavirus, scarcerano il boss che ha ucciso suo padre: “Si dimetta ministro”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.