Si torna in discoteca, vietati lenti e cocktail al banco: si balla all’aperto ma a 2 metri di distanza

La Conferenza delle Regioni amplia le linee guida per il settore. Il Governo deciderà se recepirle integralmente o meno. Nel protocollo anche mascherine obbligatorie, buttafuori in pista e contapersone all’ingresso

Sì alle discoteche, ma solo all’aperto in un giardino, una spiaggia o una terrazza. Sì ai balli in pista, ma solo se distanti almeno 2 metri e a eccezione dei lenti. No ai cocktail al banco e in piedi, al massimo sì a quelli all’interno dei privè. No ai contanti e alle file all’ingresso. Sì, assolutamente, alle mascherine anche all’aria aperta.  

Discoteche ai natri di ri-partenza. La Conferenza delle Regioni ieri ha approvato l’ampliamento delle linee guida e adesso le schede con le indicazioni relative ai vari settori (discoteche incluse) sono inviate al Governo. L’Esecutivo deciderà se recepirle integralmente (come fatto la volta scorsa) o meno. In settimana è atteso un nuovo decreto da Palazzo Chigi. Sarà poi il governatore Musumeci a decidere come attuare in Sicilia queste misure attraverso un’ordinanza che, è bene ricordare, può essere più severa e non più morbida rispetto al decreto nazionale. 

Sì al ballo ma a 2 metri di distanza

Via libera alle discoteche ma solo all’aperto. Tra le persone dovrà essere garantita una distanza minima di 1 metro che aumenta a 2 metri all’interno della pista da ballo, ovviamente fino alla capienza massima del locale. Questo impone ai locali una rimodulazione della capienza massima consentita. I buttafuori saranno in pista per garantire il distanziamento sociale – saranno vietati i balli lenti – e all’ingresso sarà installato un “contapersone” in grado di monitorare gli accessi. 

Fine delle serate improvvisate dunque. Perché non solo sarà necessario prenotare, ma bisognerà pagare online il ticket per evitare assembramenti – all’ingresso sarà comunque misurata la temperatura e sarà impedito l’ingresso a chi ha più di 37,5° -. Si potrà pagare anche alla cassa, prontamente schermata con delle barriere in plexiglas, ma non in contanti bensì col bancomat. Inoltre bisognerà compilare un modulo di accesso, una sorta di registro delle presenze che i gestori dei locali dovranno conservare per 14 giorni. 

Divieto di consumazione al banco 

Vietata la consumazione di cocktail al banco. Una regola che, almeno nel caso delle discoteche, sembra essere difficile da immaginare e attuare essendo questo servizio il tratto distintivo del tipo di serata. Viene concesso così l’acquisto di bevande solo nel caso in cui possa essere garantita la distanza di sicurezza e un avvicendamento tra persone ordinato e contingentato. Apribottiglie e secchielli del ghiaccio, dati ai clienti che avranno invece prenotato un tavolo al privè, dovranno essere disinfettati prima e dopo la consegna. 

Al guardaroba si potranno lasciare giacche e oggetti personali che, però, saranno appositamente imbustati all’interno di sacchetti porta abiti. I gestori dovranno dotare la discoteca di dispenser col gel igienizzante per le mani sia all’entrata che all’uscita di bagni, bar e pista. 

Mascherine obbligatorie anche all’aperto 

Mascherine obbligatorie, e non c’è da stupirsi visto che in tal senso le linee guida sembra siano le stesse già in vigore per i ristoranti. Gli avventori infatti la dovranno indossare non solo negli ambienti al chiuso ma anche all’esterno tutte quelle volte in cui non sarà possibile rispettare la distanza di sicurezza. Il personale invece dovrà metterla sempre. 

Ogni locale dovrà inoltre predisporre affissioni anche in inglese insieme a segnaletica, cartellonista e sistemi audio-video per informare gli avventori delle regole che dovranno seguire. E dovrà anche garantire, oltre ad una regolare e frequente pulizia delle superfici – soprattutto del banco – il ricambio d’aria negli ambienti interni e, per gli impianti di condizionamento, escludere la funzione di ricircolo d’aria. In ogni caso, va garantito sempre e comunque il ricambio d’aria “naturale” tenendo porte e finestre aperte. 

Be the first to comment on "Si torna in discoteca, vietati lenti e cocktail al banco: si balla all’aperto ma a 2 metri di distanza"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.