Passata la paura, dopo il presunto caso di COVID 19 di un familiare di un tesserato della società Castelluccese.

Una recente formazione della Castelluccese

CASTEL DI LUCIO (MESSINA) – Per evitare qualsiasi forma di strumentalizzazione, la società ACR Castelluccese ha voluto fare chiarezza sulla vicenda che ha visto coinvolto un familiare di un proprio tesserato nel week end appena passato, costringendo gli organi federali a rinviare due gare. Una volta appresa la notizia sul presunto caso di positività al Covid-19 della mamma di un calciatore della Castelluccese, la società ha messo al corrente immediatamente il C.R. Sicilia della F.I.G.C. per i provvedimenti precauzionali del caso; in secondo luogo ha predisposto tutti gli adempimenti per sottoporre tutti i tesserati al test sierologico e altri al tampone, invitandoli tra l’altro, a rimanere a casa per evitare altri problemi. Questa situazione di emergenza è stata gestita in maniera diligente da parte della società biancorossa, brava affinchè  la situazione non degenerasse, tenendo tutto sotto attento controllo. Adesso, passata la paura, le notizie che arrivano dai test effettuati per fortuna sono confortanti, anche quella della negatività al tampone.  Per completezza di informazione, altri calciatori della Castelluccese, per questioni lavorative, si sono sottoposti, alcuni al test sierologico e altri al tampone e l’esito per tutti è NEGATIVO!!!. Tornato quindi il sereno, dopo momenti di comprensibile paura, la squadra potrà iniziare a preparare la prima di campionato sul difficile campo della Santangiolese, programmata per questo mercoledì.

Be the first to comment on "Passata la paura, dopo il presunto caso di COVID 19 di un familiare di un tesserato della società Castelluccese."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.