Gli ex voto custoditi al Collegio di Maria, vengono consegnati sotto la custodia della locale Parrocchia

S. STEFANO DI CAMASTRA (ME) – E stato un fulmine a ciel sereno la chiusura del Collegio di Maria a S. Stefano di Camastra per mancanza di vocazioni, che dopo circa due secoli e mezzo dall’istituzione ha dovuto chiudere i battenti tra l’indifferenza del popolo stefanese. Questa struttura negli anni è stata un punto di riferimento molto importante per tutta la comunità e la chiusura ha di fatto alzato un polverone di polemiche sterili che non hanno portato fino ad ora nulla di buono. Qualcosa in questa vicenda non ha funzionato, in quanto l’argomento è stato trattato con una certa superficialità e solo affrontando il problema per tempo si poteva scongiurare quanto avvenuto. Adesso non rimane che attaccarsi ai beni materiali, e la consegna degli ex voto che erano custoditi all’interno del Collegio, da parte della madre generalizia di Palermo suor Eleonora Francesca Alongi al parroco della locale Parrocchia don Calogero Calanni, rappresenta il naturale passaggio di consegne, anche se, si tratta di oggetti che erano stati donati alla chiesa in origine dedicata a S. Francesco d’Assisi, essendo il collegio l’ex convento dei frati minori, e poi dedicata a Maria SS. della Catena. L’ex-voto è il pegno dell’alleanza con Dio. I suoi contenuti riguardano soprattutto il superamento delle malattie e visualizzano quelle che nella comunità ricorrevano più spesso, sia per gli uomini sia per gli animali, a testimonianza dell’efficacia della entità alla quale era rivolta la richiesta. L’insieme, costituito prevalentemente da ori, reliquie, calici ed altri elementi di uso e contenuto religioso, è stato esposto in due cappelle in una delle due navate laterali della Chiesa Madre, dove è stato possibile vedere ed ammirare quanto il parroco ritiene appartenga alla comunità stefanese, e che la Parrocchia continuerà a custodire come hanno fatto le suore collegine. In occasione della presentazione di questa preziosa collezione, lo storico d’arte di questo territorio l’arch. Angelo Pettineo, ha ripercorso la storia del Collegio di Maria, nella quale ha rivestito un ruolo determinante il duca di Camastra, le cui spoglie riposano proprio nella attigua Chiesa della Madonna della Catena. Con questo passaggio di consegne, si chiude un capitolo significativo di questa importante istituzione, lasciando sicuramente un vuoto e indelebili ricordi, per tutto quello che ha rappresentato questa realtà nella comunità stefanese.

Be the first to comment on "Gli ex voto custoditi al Collegio di Maria, vengono consegnati sotto la custodia della locale Parrocchia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.