Ruby a Messina, colpo di scena al processo all’ex amica ‘estetista’

-MESSINA-Al via il processo all’ex amica Ester Fragata, che la cacciò dal centro estetico dove l’aveva ospitata, ed all’avvocatoSturniolo, accusato dalla marocchina di avances un pò troppo moleste. Il padre e i fratelli si sono costituiti parti civili. A luglio deporrà Ruby. La prima udienza del dibattimento è probabilmente anche quella più attesa del processo. Il prossimo 16 luglio, infatti, i giudici della I sezione penale (presidente Marino) ascolteranno proprio la protagonista principale, Karima El Maroug in ‘arte’ Ruby Rubacuori, la marocchina protagonista dello scandalo che travolse l’ex premier Silvio Berlusconi. Ruby è stata citata stamane dalla Corte che sta vagliando le accuse a Ester Fragata, titolare del centro estetico dove la marocchina fu ospitata per qualche giorno, nel 2009, ed all’avvocato Goffredo Sturniolo, accusato dalla ragazza di aver tentato con lei approcci poco graditi. La ex amica è al banco degli imputati per induzione alla prostituzione, il legale per tentata violenza sessuale. I giudici sono chiamati a vagliare il racconto fornito da Ruby dopo la denuncia di Ester Fragata. La messinese la denunciò per il furto di un prezioso bracciale, avvenuto nel centro estetico dove aveva ospitato la marocchina, fuggita per l’ennesima volta da una casa famiglia. Accortasi del furto del bracciale, sostiene la ragazza, cacciò la marocchina, ancora minorenne, dalla struttura. Karima a sua volta sostiene invece che la ex amica voleva convincerla a prostituirsi, e per questo le presentò l’amico avvocato. Ma lei si oppose e fuggì. E’ dopo quell’episodio che sbarcò a a Milano e cominciò l’avventura di  Ruby Rubacuori.Oggi comunque il processo ha registrato un ‘colpo di scena’. Si sono infatti costituiti parte civile il padre di Karima e i fratelli, che abitano con i genitori a Giardini Naxos, da dove la ragazza se ne andò prima ancora di compiere 14 anni. In pratica il padre, che secondo il racconto della ragazza l’aveva più volte maltrattata, inducendola a fuggire di casa, adesso sarà parte “contro” i due messinesi accusati di aver sfruttato la figlia.I familiari si sono costituiti assistiti dall’avvocato Venera Scrima,  Ester Fragata e gli Sturniolo sono invece difesi da Nunzio Rosso, Laura Autru Ryolo e Nicola Giacobbe.

Be the first to comment on "Ruby a Messina, colpo di scena al processo all’ex amica ‘estetista’"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.