Lombardo, udienza preliminare davanti al gup rinviata al 24 maggio

 

Sull’imputazione coatta per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio al presidente

CATANIA – È stata rinviata al prossimo 24 maggio, per un difetto di notifica a una delle parti, l’udienza preliminare, davanti al Gup Marina Rizza, sull’imputazione coatta per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio al presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e a suo fratello Angelo, deputato nazionale del Mpa. L’udienza fa seguito alla decisione del Gip Luigi Barone di non accogliere l’archiviazione proposta dalla Procura per i fratelli Lombardo e di disporre l’imputazione coatta per i due esponenti politici. L’inchiesta è uno stralcio dell’operazione Iblis, il nome del Diavolo in arabo, scattata il 3 novembre del 2010 con decine di arresti tra esponenti di spicco della mafia di Catania, imprenditori e uomini politici.Il rinvio è legato «a fair play giudiziario» e non politico. Lo ha affermato il procuratore capo di Catania, Giovanni Salvi, sollecitato dai giornalisti sul ballottaggio per le amministrative del 20 e 21 maggio prossimi. «Questo proprio non mi era passato per l’anticamera del cervello», ha replicato con fermezza il magistrato alla domanda dei giornalisti. «L’unica ragione – ha spiegato il magistrato – è una questione di notifiche, a nostro parere non fondata, ma poichè c’era una richiesta della difesa di consentire la presenza di un avvocato delle parti non abbiamo eccepito alcunchè». «Mi pare che fa parte del fair play non di tipo politico – ha concluso il procuratore di Catania – ma del fari play che c’ è all’interno delle aule di giustizia o almeno che ci dovrebbe essere».«Stiamo facendo indagini difensive e altri accertamenti che presenteremo all’attenzione della Procura e del giudice». Lo ha affermato Guido Ziccone, uno dei due legali del presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo. Il penalista ha annunciato che «il calendario delle udienze preliminari sarà fissato il prossimo 24 maggio» e «non c’è alcun punto di vista» sulla ipotesi di ricorrere a riti alternativi che, ha ricordato l’avvocato Ziccone, «si possono richiedere, in via teorica e se lo si ritiene, anche in altre udienze».

Be the first to comment on "Lombardo, udienza preliminare davanti al gup rinviata al 24 maggio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.