Tangenti centro disabili. L’on. Sanzarello sarà processato

Il politico originario di Mistretta, avrebbe incassato varie “mazzette”, per sveltire le pratiche dei rimborsi sanitari alla Regione.

MISTRETTA (ME)Rinviato a giudizio l’ex assessore regionale Sebastiano Sanzarello. Lo ha deciso il gup di Messina Giovanni De Marco, che ha accolto la richiesta del pm Giuseppe Verzera, nell’ambito dell’udienza preliminare per l’inchiesta sulle tangenti che sarebbero state pagate dalla sezione di Barcellona Pozzo di Gotto dell’Aias, l’associazione di assistenza agli spastici.Con Sanzarello sara’ processato anche Oreste Casimo, funzionario amministrativo della Regione. A pagare le tangenti, secondo l’accusa, sarebbero stati i dirigenti dell’Aias, commissariato dopo essere finito in dissesto nel 2010. Sebastiano Sanzarello, medico ospedaliero con una lunga carriera politica che inizia negli anni ’90, è attualmente europarlamentare del Partito Popolare Europeo, della componente di Forza Italia.Secondo l’accusa, le tangenti per oltre un miliardo di lire consegnate all’esponente politico avrebbero contribuito al dissesto finanziario dell’Aias di Barcellona P.G. Oltre a Sanzarello, il sostituto procuratore della Dda di Messina, chiesto il processo anche per l’ex presidente dell’Aias Luigi La Rosa, per l’ex vicepresidente Salvatore Sebastiano Messina e per il funzionario amministrativo regionale Oreste Casimo. Dovranno rispondere tutti dell’accusa di corruzione.Dall’inchiesta è emerso che il politico originario di Mistretta, avrebbe incassato varie “mazzette”, per sveltire le pratiche dei rimborsi delle prestazioni sanitarie, giacenti alla Regione Sicilia. Secondo gli inquirenti, Sanzarello si sarebbe fatto consegnare 30 milioni di lire per ottenere la stipula di convenzione tra Aias e Regione. I soldi delle tangenti sarebbero serviti anche a pagare l’affitto di un immobile che l’europarlamentare utilizzava come segreteria politica. In totale, la somma ottenuta sfiorerebbe il miliardo di lire. L’erogazione del denaro si bloccò nel 2004, quando Sanzarello chiese 50 mila euro per acquistare un immobile a Roma, ma non ottenne nulla.Sebastiano Sanzarello è nato a Mistretta il 6 luglio del 1952. Medico ospedaliero, è stato consigliere e assessore provinciale di Messina nel periodo tra il 1990 e il 1994, consigliere nazionale della Democrazia Cristiana, è stato eletto Deputato all’Assemblea Regionale Siciliana nel 1996 per il Centro Cristiano Democratico (Ccd), dove è stato anche capogruppo. Nel 1998 è assessore regionale alla Sanità e dal 1999 al 2000 presidente della Commissione Bilancio. Successivamente è stato eletto senatore nel 2001 nella XIV Legislatura, per la lista della Casa delle Libertà nel collegio di Enna, ha aderito al gruppo di Forza Italia per poi passare, nel 2004, nell’Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (Udc). È ritornato all’Ars in seguito alle elezioni del 2006 dove è stato eletto nel collegio di Messina nella lista dell’Udc, fino allo scioglimento anticipato del 2008. Da maggio 2008 è europarlamentare, subentrato a Raffaele Lombardo eletto nel frattempo presidente della Regione Siciliana. È iscritto al gruppo del Partito Popolare Europeo – Democratici Europei ed ha aderito alla componente di Forza Italia.

Be the first to comment on "Tangenti centro disabili. L’on. Sanzarello sarà processato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.