La famiglia Lo Monaco acquisisce la maggioranza dell’Acr Messina

Il restante 33% (detenuto dalla Trinacria Srl) sarà ceduto nei prossimi giorni 

-di Nino Caliò

-MESSINA-Ormai il dado è tratto. La maggioranza delle azioni dell’Acr Messina (il 67%) è di proprietà della famigliaLo Monaco. Il restante 33% della Trinacria Srl, sarà ceduto tra domani, mercoledì 13 giugno e giovedì. La raccomandata inviata da Giuseppe Peditto, che contiene la procura a vendere, è stata spedita alle 16,30 di ieri ed arriverà presumibilmente nella giornata di domani.Resta quindi da adempiere all’ultima formalità che sancirà la proprietà del 100% delle azioni societarie all’Ad del Genoa Calcio. In sua rappresentanza, oggi nello studio del notaio Nunzio Arrigo, c’era il figlio Vincenzo Lo Monaco, che seguirà in prima persona tutte le vicende societarie, con la supervisione del padre Pietro. Si prevede un ruolo di primo piano in società per Niki Patti, colui che ha intrapreso i contatti con Lo Monaco.Comincia, quindi, un nuovo corso per la prima squadra cittadina che, finalmente, dopo anni di buio, potrebbe rivedere la luce e tornare nei campionati che competono ad una piazza importante come quella giallorossa. Al momento Bonina è fuori dai giochi, ma non è escluso che in futuro possa far parte della società giallorossa.Con l’acquisizione della maggioranza delle azioni, la famiglia Lo Monaco potrà programmare in tempo il prossimo campionato che, a questo punto, non è detto che si disputi in Lega Pro. Non è un mistero che la nuova proprietà presenterà tutta la documentazione necessaria per poter ambire ad un ripescaggio tra i professionisti. Dopo la cessione del restante 33% delle quote societarie, è precvista una conferenza stampa per presentare ai giornalisti i nuovi programmi societari.