Operaio di Naso morto sul lavoro

L’incidente è avvenuto in Svizzera

NASO (ME)-Avrebbe compiuto 53 anni ad agosto. Da otto lavorava nel Canton Ticino con una impresa che si occupa di scavi e cantieri stradali. Giuseppe Liuzzo, era stato costretto a lasciare il suo paese di origine, Naso, per emigrare. Nel centro collinare messinese, però risiedono la moglie ed i tre figli di 25, 21 e 15. Giuseppe Liuzzo ha perso la vita ieri dopo un incidente sul lavoro avvenuto sabato pomeriggio alle 16,15 all’interno della galleria di base del cantiere Alptransit di Polmengo, nel basso Ticino. Secondo le poche notizie fornite dalla polizia svizzera, l’operaio è caduto da un’altezza di 4 metri mentre stava lavorando con alcuni colleghi ad un consolidamento del tunnel.
Liuzzo è stato immediatamente soccorso dai colleghi ed in seguito dai soccorritori di Tre Valli Soccorso che lo hanno stabilizzato e portato all’esterno dove, nel frattempo, era giunto l’elicottero della REGA per trasportarlo al pronto soccorso dell’Ospedale Civico di Lugano.
La notizia del decesso è piombata ieri sera a Naso scuotendo la piccola comunità.
L’operaio era conosciuto da tutti e sino a giovedì scorso era stato nel suo paese per trascorrere qualche giorno con la famiglia. Quindi era tornato in Svizzera al lavoro dando appuntamento a tutti per le ferie estive. Il destino, però, lo ha atteso al ritorno sul cantiere. Nei prossimi giorni il corpo verrà restituito ai familiari per i funerali che si svolgeranno nella chiesa madre di Naso.

(fonte AM-NOTIZIE)