“ACQUE PULITE”: SEQUESTRATA UN’AUTOBOTTE

Nel corso dell’operazione realizzata a Capo d’Orlando è stata sequestrata un’autobotte del comune che riversava liquami neri nel depuratore

di Nino Caliò

-Capo d’Orlando – Altro sequestro effettuato dai poliziotti del commissariato di Capo d’Orlando nell’ambito dell’operazione “acque pulite”. Nel corso dei controlli, gli agenti hanno notato un’autobotte di proprietà del comune, utilizzata per la raccolta e il trasporto di liquami derivanti dai pozzi neri privati, che riversava il contenuto della cisterna all’interno dell’impianto di depurazione.

Il comune orlandino non dispone delle specifiche autorizzazioni per la raccolta, il trasporto e il deposito di liquami provenienti dai pozzi neri. E’ così scattato immediatamente il sequestro dell’autobotte. Denunciato a piede libero il conducente del mezzo. Sempre nel corso dell’ispezione di questa mattina, sono state sequestrate sei vasche in eternit, ognuna della capienza di duecento litri.