Rsa S.Angelo Brolo, si apre uno spiraglio occupazionale

Aggiudicata la gara per la gestione della Residenza Sanitaria Assistita. La Cisl chiede incontro ad Asp e Sindaco.

-di Nino Caliò

-SANT’ANGELO DI BROLO (ME)-L’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina ha aggiudicato la gara per l’appalto del servizio di gestione sociale della Residenza Sanitaria Assistita di Sant’Angelo di Brolo. La struttura potrà ospitare 20 pazienti e mentre viene appaltato il servizio, la direzione e la gestione rimarranno in capo all’Asp. Si apre uno spiraglio occupazionale per i lavoratori del centro d’accoglienza

 

 “Una scelta – commenta positivamente la responsabile zonale della Cisl di Sant’Agata Militello, Alfonsa Franchina –  che può consentire di superare quelle difficoltà riscontrate negli ultimi, compresa la parentesi del Centro di Accoglienza per richiedenti asilo. Una scelta che può venire incontro soprattutto a quei lavoratori che da due anni sono in cassa integrazione straordinaria e che, anche con un’opportuna riqualificazione, possono essere utilizzati per il nuovo servizio”.

L’apertura della Residenza Sanitaria Assistita di Sant’Angelo di Brolo rappresenta un importante presidio Socio-Sanitario per i fruitori del servizio di tutto il comprensorio, “ma – afferma la Cisl – può essere anche occasione per registrare positivi effetti occupazionali ed economici in tutta l’area. E’ auspicabile – sottolinea la Cisl – che anche il Comune dia ogni supporto che dovesse rendersi necessario per agevolare l’avvio e il mantenimento in vita della struttura”

La Cisl è pronta a chiedere un incontro all’Asp, al Sindaco e alla ditta aggiudicataria per conoscere i dettagli ma soprattutto per avviare un percorso che porti alla conclusione della cassa integrazione dei lavoratori già utilizzati nel Centro di Accoglienza dove avrà sede la Residenza Sanitaria Assistita.