TORRENOVA-GdF scopre evasione fiscale da 9mln nel settore dei rifiuti

TORRENOVA (ME)-Un’evasione fiscale da 9 milioni di euro e’ stata scoperta dalla Guardia di finanza di Messina nel corso di verifiche sulle imprese che operano nel settore della raccolta e dello smatimento dei rifiuti dell’Ato ME1 spa, il cui territorio comprende 33 Comuni. Sono state riscontrate irregolarita’ in materia di imposte dirette, Irap e Iva. Un rapporto e’ stato presentato alla Procura della Repubblica di Patti per la valutazuione di eventuali profili di responsabilita’ penale. In relazione all’Iva, i finanzieri hanno individuato un singolare meccanismo di evasione tramite una macchinosa parcellizzazione ed esternalizzazione di servizi. In tal modo la societa’ consortile, unica controparte contrattuale dell’Ato ME1 spa, e una serie di imprese terze, tra loro interconnesse, si sono caricate di Iva a credito con aliquota del 20%, ribaltando poi verso l’Ato ME1 spa una minore Iva a debito con aliquota del 10%. Al termine dell’accertamento la Guardia di finanza ha proposto all’Agenzia delle Entrate una maggiore Iva, tra dovuta e relativa, per oltre 7,5 milioni di euro, servita tra l’altro per compensare diversi debiti aziendali. Un altro fronte di evasione e’ stato identificato in 500 mila euro tra utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e costi indeducibili, mentre un ulteriore milione di euro e’ stato sottratto al fisco per imposte non versate.