La Forestale sequestra 18 tartarughe terrestri

Il proprietario non ha saputo fornire spiegazioni circa la loro provenienza e non aveva denunciato le testuggini al “Cites”

-SANT’AGATA  M.(ME)-Ieri, 17 agosto 2012, gli uomini del Corpo Forestale Regione Siciliana con il coordinamento dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina, a seguito di una segnalazione anonima hanno accertato che nella frazione Muto agro del comune di S. Agata di Militello all’interno di un recinto vi erano 18 esemplari di tartarughe terrestri “Testudo Hermanni” di ragguardevoli dimensioni. Interpellato il possessore, B. G., circa la legittimità della detenzione di tali testuggini in relazione alla denuncia al “Cites” ai sensi della convenzione di Washington recepita dalla Comunità Europea con Regolamento n° 3626/1982 e successivo regolamento n° 338/1997 e in Italia con legge 7 febbraio 1992 n° 150 e s.m.i., non ha saputo fornire nessuna spiegazione, né tanto meno è stato in grado di esibire alcuna documentazione dell’avvenuta denuncia.

 

Preso atto dell’illegittimità della detenzione delle testuggini, gli uomini della Forestale hanno proceduto al sequestro ed alla consegna in giudiziale custodia al Centro Recupero Animali Selvatici “C.R.A.S.” di Colle San Rizzo nel comune di Messina di proprietà dell’Azienda Foreste Demaniali della Regione Siciliana.

 

Il caso specifico configura, il reato di illegittima detenzione per mancata denuncia al “Cites”. Il sequestro si è reso necessario per assicurare le fonti di prova, prevenendo ogni forma di alterazione e/o dispersione.