RIAPRONO I BORDELLI…DELLA POLITICA

-L’Udc pronto ad accogliere anche il gruppo-Beninati dal Pdl. Pur di governare si farebbe di tutto: anche cambiare idea sulle coppie di fatto

-MESSINA | L’Udc sta diventando una sorta di “bordello politico” – intenso come confusione sia chiaro –,  la casa disposta ad accogliere tutti. Soprattutto i vecchi politici, quelli che portano in dote i voti attraverso i galoppini. Non voglio retoricamente citare il Gattopardo, ma l’impressione è che la politica voglia di cambiare non ne abbia per nulla. Probabilmente non ce l’hanno neanche gli elettori che sbraitano contro i “vecchi” politici e poi all’atto del voto si calano la maschera e votano sempre gli stessi. Sperando sempre in qualcosa. I tempi stanno cambiando e sta evaporando anche la semplice speranza.
La decisione di Beninati di lasciare il Pdl e andare a trovare accoglienza a casa-D’Alia, ovvero casa-Udc, è la prova provata che la politica è sempre legata alle vecchie logiche dei peggiori anni della Democrazia cristiana, la stessa che faceva accordi di governo col Pci (oggi Pd). L’Udc sarebbe disposto anche a votare la legge sulle coppie di fatto pur di occupare qualche poltrona. Vorremmo sapere come Ardizzone, per citarne uno, spiegherà mai ai suoi elettori cattolici il suo ripensamento sulle coppie omosessuali. Se ai siciliani spetta tutto questo, che si riaprano i bordelli… Della politica.