TORRENOVA , ASSISTE SILENZIOSA ALLA MORIA DELLE PALME

-di Nino Caliò
-TORRENOVA (ME)– Via lo ‘struscio’ affollato dei bagnanti, via le mercanzie offerte per ogni dove e a tutte le ore dai ‘Vu Cumprà, silenziati d’un tratto musiche e vociare nei Lidi ,capita che alla Marina uno si guardi attorno e alzi anche lo sguardo. E alzando gli occhi, dopo aver visto a terra un ramo di palma caduto (pericolosamente) dall’alto per vento, nei pressi della bellissima Villa Padre Pio, capita di soffermare l’attenzione prima su di una e ancora un’altra, e poi su altre delle palme che lì stanno, ormai alte e caratterizzanti, cresciute in circa 20/25 anni, ma che a quanto pare, paiono ormai destinate a divenire, a breve o medio termine, dei miseri tronconi, scuri e tarlati.
E’ noto che un temibile coleottero (Rhynchophorus ferrugineus) originario dell’Asia, detto il “Punteruolo rosso delle palme”, è arrivato in Italia già da alcuni anni e sta facendo strage di queste scenografiche piante da giardino e da città mediterranei . Oggi, l’infestante insetto sta attaccando inesorabilmente anche altre palme sullo stesso tratto. Anzi, a ben osservare, qualcun’altra ormai priva dell’eretto ciuffo centrale e significativamente senza racemi di datteri, è visibile, sempre in Via Tasca , Piazza Sac. Sberna e Via M. Gorgone (ex Via Fragale). Senza mirati provvedimenti, facile prevederlo, sarà un vero flagello!
Con i dovuti provvedimenti le Palme antistanti alla chiesa di San Pietro e Paolo due esemplari di (Phonix Canariensis) palesemente attaccate si sono,hanno ripreso vigore.O ancor meglio seguire la linea del Comune limitrofo di Sant’Agata Militello.
Vogliamo preoccuparcene? Per meglio dire: il Comune se ne sta preoccupando e occupando? Voi dite che è assai probabile che quelli degli Uffici al Verde o allamanutenzione urbanistica non se ne siano neppure accorti? O, magari tardi, c’è già un programma d’intervento… Confidiamo, ma a saperlo sarebbe meglio!!!!