LIPARI – Fa la conta dei danni

Prima stima da parte dell’amministrazione comunale. Oggi scuole chiuse, si lavora ancora per liberare le strade dai detriti e dal fango

-di Nino Calio

-LIPARI- I danni, secondo una prima stima, ammonterebbero a circa 30 milioni di euro. In corso i sopralluoghi a Lipari, dove l’alluvione della scorsa settimana ha messo in ginocchio un’intera isola. Oggi scuole chiuse per liberare i piani bassi dai detriti che hanno invaso i plessi scolastici. Intanto, Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, ha richiesto lo stato di calamità naturale al governo Monti, alla Protezione civile, al governo regionale per il nubifragio che ha creato notevoli danni nell’isola. I tecnici sono al lavoro per mettere in sicurezza il costone di Annunziata e soprattutto i torrenti dell’isola (compreso quelli di Lingua a Salina), anche se non sarà facile. Negli ultimi decenni quasi tutti i corsi d’acqua sono diventati strade dove sono stati costruiti palazzi.