Milazzo. Operazione antidroga: arrestati due pusher

-I carabinieri, hanno rinvenuto e sequestrato 210 grammi di cocaina ed hashish nelle abitazioni dei due pusher

-MILAZZO (ME) – L’attività dei carabinieri di Milazzo protrattasi nel tempo, ieri ha consentito di trarre in arresto, in due distinte circostanze, due pusher per spaccio e detenzione di cocaina nel primo caso e hashish nel secondo. Sono scattate le manette per il pregiudicato Carmelo Cannone, 42enne di Roccavaldina e per l’operaio Salvatore Lucca, 33enne di Torregrotta. Per la specifica attività i militari della città mamertina si sono avvalsi della collaborazione delle unità cinofile  di Nicolosi (CT). L’Autorità Giudiziaria della città del Longano, concordando pienamente con i riscontri investigativi emersi nel corso di un’articolata attività di indagine dei carabinieri di Milazzo, durata per diversi mesi, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Cannone. Dalle indagini dei militari dell’Arma, sono venuti alla luce importanti elementi di riscontro in relazione ad una sua intensa attività di spaccio nel periodo compreso tra il mese di gennaio e il mese di marzo del 2012. Infatti, nel corso degli accertamenti, è emerso che il pusher avrebbe ceduto dosi di cocaina a diversi assuntori, per un totale di circa 20 grammi. La droga era stata recuperata dai militari della città mamertina in diverse attività nell’hinterland milazzese. Ieri, quando i carabinieri si sono presentati presso l’abitazione del pregiudicato, per dare esecuzione al provvedimento, nel corso della perquisizione domiciliare, hanno trovato 210 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi e del materiale per il confezionamento della droga stessa. Sempre ieri, nel corso di un’analoga attività, i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato il secondo pusher: Salvatore Lucca. L’arresto e scaturito in seguito al rinvenimento, nell’abitazione dell’uomo perquisita dai militari, di circa 30 grammi di hashish e di altro materiale utile per il confezionamento della sostanza stupefacente. Sia la cocaina che hashish  rivenuti, sarann  trasmessi ai laboratori del Ris di Messina per le analisi del caso. Cannone e Lucca adesso si trovano adesso presso il carcere della città di Messina.