Crocetta si è insediato

-di Nino Caliò

-PALERMO –Il neo eletto presidente della Regione Siciliana si è insediato. Già da qualche ora è stato proclamato ufficialmente e oggi pomeriggio farà il suo ingresso ufficiale a Palazzo d’Orleans assumendo tutti i pieni poteri.
Domani sera poi la festa a Palermo: per lui canterà in piazza Politeama l’assessore Franco Battiato. “La mia giunta è quasi pronta ma non posso rivelare ancora i nomi degli assessori” ha detto il nuovo presidente Crocetta, e intanto ha già annunciato i primi provvedimenti di tagli alla spesa: dalla liquidazione di alcune società partecipate, al taglio delle auto blu rimanenti alla Regione. Crocetta ha annunciato anche che Nicolò Marino, il pm della Dda di Caltanissetta, non ha ancora sciolto la riserva sulla sua partecipazione alla giunta di governo. “E’ chiaro che i partiti che hanno sostenuto la mia elezione saranno presenti in giunta – ha aggiunto Crocetta – però dobbiamo continuare a farlo con nomi di alto spessore. Ci sarà anche un assessorato con delega alla legalità, anche se questa dovrà essere una pratica di tutta l’amministrazione. Per completare la giunta attendo ciò che avverrà all’Ars perché potrebbe avere delle influenze sul mio esecutivo”. 
Il neo-governatore è stato proclamato dalla Corte di Appello ma non era presente, perché alla stessa ora ha partecipato nella sua Gela alla commemorazione di Gaetano Giordano, commerciante antiracket ucciso dalla mafia. Ad accoglierlo ci sarà l’ex governatore della Sicilia Raffaele Lombardo per passare il testimone.
 “Ci saranno delle sorprese“, ha assicurato infine il governatore, che ancora non ha deciso se andare a vivere o meno a Palazzo d’Orleans. La scorta gli ha consigliato di rimanere però nel Palazzo.