Crocetta “Congiura contro di me che parte da poteri forti e governo Lombardo”

PALERMO – “C’è una congiura contro di me che parte dal governo precedente, dai poteri forti della Sicilia e che trova dei collateralismi da una parte la politica siciliana e non è un caso che questi finti dossier sono stati sollevati da giornali di destra”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta nel corso di una conferenza stampa parlando dell’articolo pubblicato da ‘Panorama’ in cui si parla di presunte ‘relazioni pericolose’ tra il governatore ed esponenti di cosa nostra quando era sindaco di Gela (Caltanissetta).

“Ripeto che non è un caso che sono i giornali della destra protagonisti di questo attacco – ha proseguito Crocetta – non è un caso che ci sono dei personaggi di tutte le stagioni per fare questo dossier. Poi, da un punto di vista giornalistico, trovo immorale che è stato scritto questo articolo senza che ci sia mai stata un’inchiesta aperta. Anche da questa vicenda cosa emerge? Che il vicequestore Antonio Malafarina (neo deputato eletto nella lista Crocetta ndr) ha voluto che si indagasse e non è risultato nulla su di me”.

“Io – ha continuato Crocetta– sono stato intercettato per un anno, dal 2004 al 2005 senza saperne nulla. Non è vero che ad indagare è stato il pm Niccolò Marino (neo assessore nominato da Crocetta ndr), lui non c’entra assolutamente nulla. Ma a rigor di logica, io ho delle persone che mi ‘servono’ in Procura perché lo dovrei portare in giunta un magistrato. Sarebbe stato più ‘utile’ in Procura. Quindi, questi personaggi, vogliono che si apra un processo mediatico, ma senza un avviso di garanzia senza un’indagine in corso questa vicenda ha dell’incredibile. Sono stato sindaco per sei anni e non ho mai ricevuto un avviso di garanzia, sono stato eurodeputato per tre anni e non ho ricevuto un avviso di garanzia”. (Adnkronos)