Assenteismo: blitz all’Iacp di Messina, 5 arresti e 76 indagati

-di Nino Caliò

-MESSINA-Operazione anti assenteismo della Guardia di finanza di Messina nella sede dell’Iacp, istituto autonomo case popolari. Cinque dipendenti sono stati posti agli arresti domiciliari, altri 54 sono stati sottoposti all’obbligo di firma mentre e 22 sono stati denunciati a piedi libero. Truffa e falso ideologico sono le accuse contestate a vario titolo. Le indagini sono state condotte anche con telecamere nascoste, che hanno ripreso gli impiegati uscire dopo aver timbrato il cartellino. L’inchiesta denominata “badge sicuro” è coordinata dal procuratore aggiunto Sebastiano Ardita e dal sostituto Antonio Carchietti. Il Gip ha disposto gli arresti domiciliari per coloro i quali hanno effettuato oltre 50 ore di assenze ingiustificate; gli altri dipendenti indagati dovranno recarsi presso la caserma della Finanza per apporre la firma prima di recarsi al lavoro ed all’uscita dell’ufficio. In totale, gli indagati sono 81 su 96 dipendenti.