S. Pier Niceto. Due autotrasportatori sequestrati e rapinati

-Il titolare di una ditta di autotrasporti ed il figlio, sono stati sequestrati e trasportati fino a Santa Venerina (Ct).

-SAN PIER NICETO (ME) – Stamane, intorno alle 3,00, una rapina è stata commessa ai danni di due autotrasportatori che sono stati, prima rinchiusi all’interno del cassone dell’autocarro, poi trasportati e rilasciati a Santa Venerina. Sull’inquietante episodio indagano i Carabinieri della Compagnia di Milazzo e della Stazione Carabinieri di S. Pier Niceto, unitamente a quelli della Compagnia di Giarre. Secondo quanto emerso nel corso dei primi accertamenti dei Carabinieri, quattro malviventi, con il volto travisato da passamontagna, uno dei quali armato di pistola ed un altro armato di coltello, si sono introdotti all’interno del piazzale di una ditta di trasporti sita in contrada Cozza di S. Pier Niceto (ME). Successivamente, hanno aggredito e minacciato un 59enne titolare della ditta ed il proprio figlio 28enne, si sono impossessati di un autocarro carico di generi alimentari per un valore complessivo ancora da quantificare. Nel corso della rapina, il titolare dell’azienda di trasporto ed il figlio sono stati rinchiusi dai quattro rapinatori all’interno del cassone dell’autocarro rubato, quindi successivamente sono stati trasbordati su un’autovettura e condotti nei pressi di Santa Venerina (CT) dove sono stati rilasciati. A quel punto, padre e figlio hanno contattato il numero unico di emergenza 112 segnalando ai Carabinieri della Compagnia di Giarre (CT) di essere stati vittime di una rapina. Sulla vicenda sono in corso ulteriori accertamenti dei Carabinieri della Compagnia di Milazzo e di Giarre (CT), per risalire all’identità dei malfattori, che dopo aver rilasciato i due uomini sono fuggiti con l’autoarticolato facendo perdere le proprie tracce.