Corriere della droga napoletano trasportava 6,5 kg di cocaina

-Gli uomini delle Volanti rovinano le festività di Natale ad un pregiudicato napoletano ed ai destinatari della droga.

-MESSINA – Nel corso di un servizio di controllo del territorio, intensificati nel periodo natalizio, gli agenti delle Volanti nel pomeriggio di ieri hanno fermato e controllato, all’interno degli imbarcaderi, della rada San Francesco, un’autovettura proveniente da Villa San Giovanni. Il conducente ha dichiarato di trasportare prodotti caseari e pezzi meccanici, ma i poliziotti hanno trovato ben sei chili e mezzo di cocaina. Ad insospettire gli agenti, è stato l’evidente nervosismo manifestato dal conducente dell’autovettura, il pregiudicato 48enne di Napoli, Lorenzo Pagano. Durante l’ispezione del veicolo, i poliziotti hanno constatato che a bordo vi era una grande quantità di prodotti caseari e parti meccaniche di auto. Dopo aver chiesto al conducente il luogo di destinazione degli alimenti e degli oggetti meccanici, Pagano, continuando a manifestare lo stato di evidente nervosismo, ha fornito risposte evasive dicendo di doverli consegnare ad una sconosciuta ditta della provincia di Messina, senza però riuscire a fornire ulteriori e chiare indicazioni. La versione dell’uomo non ha convinto gli agenti i quali hanno deciso di portare l’autovettura presso la caserma Calipari, allo scopo di effettuare una perquisizione più approfondita del mezzo. I sospetti sono risultati fondati, quando hanno individuato una intercapedine chiusa in modo artigianale, nella parte posteriore dell’autovettura. All’interno erano nascosti tre involucri sigillati con nastro di imballaggio, all’interno dei quali vi erano altri involucri sigillati cosparsi di polvere di caffè amalgamata con grasso di vasellina. All’interno di quest’ultimi, pari ad un peso complessivo di 6,5 Kg, gli agenti, finalmente, hanno rinvenuto della polvere compressa di colore bianco che, sottoposta all’esame del narcotest risultava essere un derivato della Coca. Pertanto il 48enne pregiudicato Lorenzo Pagano, è stato tratto in arresto per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed associato alla Casa Circondariale di Messina Gazzi. Proseguono le indagini per verificare la provenienza e, soprattutto, la destinazione della droga.