Angela Bianchetti si arrampica su un traliccio a 15 metri di altezza

-PACE DEL MELA (ME) -Nuova protesta contro la realizzazione dell’elettrodotto aereo Terna da 380KV Sorgente (Sicilia)-Rizziconi (Calabria) che dovrebbe attraversare i territori di 13 Comuni della Valle del Mela. La “pasionaria” di uno dei comitati in lotta contro l’inquinamento elttromagnetico, Angela Bianchetti dei “Cittadini pacesi per la vita”, si e’ arrampicata sopra un traliccio del vecchio tracciato, a 15 metri d’altezza, nel Comune di Pace del Mela, per lanciare “un segnale forte”, a nome di tutti gli abitanti della zona. I comitati chiedono un decreto immediato di sospensione dei lavori che consenta di ridisegnare il progetto attuale, giudicato pericolo per la salute di chi dovra’ convivere con l’elettrodotto, ed otenere l’interramento della linea nel tratto Fiumara Gallo di Villafranca Tirrena – Sorgente di S. Filippo del Mela e con la “delocalizzazione” del tracciato da Passo Vela (Pace del Mela), territorio gia’ peraltro dichiarato ad “alto rischio ambientale” nel 2002. Nei giorni scorsi un gruppo di manifestanti aveva cercato di bloccare il catiere nel Comune di San Pier Niceto dove Terna ha avviato i primi lavori. Ora, con una lettera al presidente Rosario Crocetta ed all’Ars, chiedono che scenda in campo la Regione al fianco dei 13 sindaci che lo scorso 13 settembre si erano rivolti al presidente della Repubblica ed a quello del Consiglio per bloccare il progetto del nuovo elettrodotto “il cui nuovo tracciato avra’ effetti deleteri sulle radiazioni elettromagnetiche dei cavi eletrici ad alta tensione, sulla formazione di zono dovuto a scariche eletriche (“effetto corona”) e forti dubbi sulla stabilita’ dei tralicci in caso di eventi sismici e sulla caduta dei cavi con scariche elettriche a terra. Terna ha gia’ in esercizio, a Passo Vela, un elettrodotto a 380 KV, modificato negli anni, posto perfino ad appena 19 metri dalle abitazioni”.

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Lana Reed

Comments are closed.