Il Natale a Torrenova: “Tradizione, belle iniziative ed un grande flop”.

-di Nino Caliò

-TORRENOVA (ME) -Domenica scorsa con la manifestazione “La befana scende in Piazza”, tenutasi nei locali di Piazza Autonomia, si sono concluse le manifestazioni natalizie programmate dall’Amministrazione Comunale, l’evento conclusivo è stato dedicato al divertimento dei bambini.                                                                                                                                               Nel complesso, il calendario delle manifestazioni ha riproposto appuntamenti che ormai rappresentano una consuetudine, ovviamente positiva, per il Natale Torrenovese, il riferimento va in primo luogo al Concerto della  locale Banda Musicale tenutosi domenica 23 dicembre nella Chiesa di San Pietro e Paolo, che ha evidenziato ancora una volta la bravura di tanti giovani del nostro paese,sapientemente guidati dal maestro e dalla presidente; venerdi 28 dicembre, alla presenza di amministratori e consiglieri di entrambi i gruppi, anche se quelli di minoranza, a dire il vero, si sono “autoinvitati”, si è svolta la cena con gli anziani, appuntamento, quest’ultimo, che viene realizzata da parecchio tempo, costituendo sempre un momento di incontro, di festa e di aggregazione.Sicuramente va evidenziato il successo registrato dalle Associazioni private, “Consulta Giovanile” e “Pro Familia”: I ragazzi della Consulta, meritevoli di un grande elogio per l’impegno profuso, hanno realizzato un presepe nella piazzetta Garibaldi, interamente costruito a mano e con grandi sacrifici, ripagati dall’apprezzamento ottenuto; oltre ad avere pensato alla beneficenza con il “Mercatino di Natale” ed al sano divertimento con la salsicciata. Molto bene sono andate le serate curate dall’Associazione Pro Familia, che, grazie anche all’ingresso di nuovi soci, ha proposto due tombolate di grande successo, oltre a quella che, a detta di molti, ha costituito la serata più suggestiva delle intere manifestazioni, cioè “ Il Borgo di Natale”,che nello splendido scenario di Contrada Serro Coniglio,ha fatto rivivere ai numerosi partecipanti antichi mestieri e tradizioni,oggi desueti,ma dal fascino intatto. Belli i presepi realizzati in molti quartieri del nostro paese, dal centro alla contrada di Mangarone, che hanno concorso a creare la tipica atmosfera natalizia.  Nel contesto delle manifestazioni, tuttavia, va registrata una nota dolente, la PISTA DI GHIACCIO….infatti quella che doveva essere l’attrattiva principale del Natale, si è rivelata un autentico flop, purtroppo anche costoso, se si pensa ai 6.000 euro spesi dall’Amministrazione,specie in un tempo di crisi come quello attuale,ovviamente del ghiaccio, quello vero, nemmeno l’ombra.