Stromboli – La situazione viene continuamente monitorata attraverso le apparecchiature dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia

STROMBOLI (ME) -Prosegue su richiesta della Protezione Civile l’attività di ricognizione da parte dei vulcanologi sull’isola di Stromboli a seguito della ripresa dell’attività eruttiva del vulcano. Un elicottero AB 212 del Secondo Reggimento Aviazione dell’Esercito di Lamezia Terme (Catanzaro), con a bordo due esperti vulcanologi e un funzionario della Protezione civile, ha effettuato negli ultimi giorni una ricognizione per valutare dall’alto la situazione eruttiva.

Al termine della ricognizione il funzionario della protezione civile ed un vulcanologo sono stati lasciati sull’isola per proseguire il monitoraggio. Nel 2011, l’Aviazione dell’Esercito, ancora una volta su richiesta della Protezione Civile, aveva effettuato tre missioni di volo, per il trasporto di materiale dall’isola di Stromboli all’isolotto di Strombolicchio, necessario al ripristino della rete di monitoraggio sismico sulle isole.