Brolo. Carabinieri sgominano gang di giovanissimi estortori

-Tre maggiorenni sono stati rinchiusi presso il Carcere di Messina Gazzi. I minore è stato ristretto presso il Centro Prima Accoglienza.

-BROLO (ME) – Quattro giovani, tra cui un minore, sono stati arrestati dai Carabinieri dopo un tentativo di estorsione nei confronti di un’azienda di Brolo, alla quale avevano richiesto una somma di 20mila euro, da corrispondere in due rate. La gang aveva lasciato la richiesta in un biglietto all’interno di una busta di plastica che conteneva una bottiglia con liquido infiammabile ed un accendino. A finire in manette il 18enne Giosuè Pino, il 20enne Antonino Salamone, il 18enne Placido Fava ed un 15enne.    I Carabinieri, attraverso una intensa e continua attività informativa ed investigativa, sono riusciti a cogliere i quattro giovanissimi, mentre stavano “piazzando” nei pressi del cancello di una nota azienda del luogo una bottiglia contenente del liquido infiammabile ed una busta con all’interno un biglietto contenente una richiesta di denaro.carabinieri_acquedolci Intorno alle ore 22:30, in Contrada Sirò del Comune di Brolo (ME), i militari hanno notato che quattro soggetti, tutti con il volto travisato dai cappucci delle felpe che indossavano, si sono avvicinati a piedi verso il cancello dell’ingresso principale di una nota ditta del luogo. Due di loro si sono fermati sulla strada principale, gli altri due hanno depositato a terra una busta di plastica. I Carabinieri hanno immediatamente bloccato i due giovani che erano rimasti a fare da “palo”, mentre gli altri due si sono dati alla fuga. Successivamente gli uomini in divisa hanno rintracciato ed arrestato i due giovani che erano riusciti a fuggire nelle campagne circostanti. I tre maggiorenni sono stati trasferiti presso il Carcere di Messina Gazzi, mentre il minore è stato condotto presso il Centro di Prima Accoglienza di viale Europa.