Politiche 2013, come si dovrà votare oggi e domani

-Nella Circoscrizione Sicilia 2, di cui fa parte Messina, sarano eletti 27 Deputati, al Senato in Sicilia spettano 25 seggi.

-Oggi domenica 24 febbraio, dalle ore 8 alle ore 22, e lunedì 25 febbraio, dalle ore 7 alle ore 15, si svolgeranno le operazioni di voto per il rinnovo del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. Lo scrutinio avra’ inizio lunedi’ 25 febbraio, al termine delle operazioni di voto e di riscontro dei votanti, cominciando dallo spoglio delle schede per l’elezione del Senato. La legge elettorale prevede, per l’elezione della Camera e del Senato, un sistema proporzionale con premio di maggioranza e soglie di sbarramento. Per l’elezione della Camera possono votare i maggiorenni aventi diritto al voto, mentre per l’elezione del Senato possono votare coloro che, alla data di domenica 25 febbraio, hanno compiuto il venticinquesimo anno di età. Per votare occorre munirsi di un documento valido (carta di identità, passaporto) e della tessera elettorale (chi non è fornito la potrà richiedere all’Ufficio elettorale del Comune).elezioni La scheda per la Camera è di colore “rosa”, mentre quella per il Senato è di colore “gialla”. Per votare gli elettori dovranno tracciare soltanto una croce sul simbolo, le schede che dovessero riportare un nome di candidato saranno annullate. Per la Camera dei Deputati alla circoscrizione elettorale per il Collegio Sicilia 2, di cui fa parte Messina, i seggi assegnati sulla base della popolazione censita nel 2011, sono 27, con quoziente 12.849 per resti. Il quoziente intero (96.171), ai fini dell’art. 56, comma quarto, della Costituzione, è ottenuto, dividendo il numero degli abitanti della Repubblica, quale risultante dall’ultimo censimento generale, per 618, numero corrispondente ai deputati da eleggere (630) detratto i seggi assegnati alla circoscrizione Estero (12). Per il Senato alla Sicilia spettano 25 seggi con quoziente resti di 31.479 Il quoziente complessivo (198.857), ai fini dell’art. 57, quarto comma, della Costituzione, è ottenuto dividendo il totale della popolazione delle regioni per le quali non trova applicazione l’art. 57, terzo comma, della Costituzione, quale risultante dall’ultimo censimento generale, per 278, numero corrispondente a quello dei senatori della Repubblica da eleggere (315) detratto il numero dei seggi previamente assegnati alle regioni ex art. 57, terzo comma, della Costituzione (31) e il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero (6). La Sicilia non è compresa tra le nove regioni con resti più alti, che danno titolo all’assegnazione di un seggio in più.