Rapina in chiesa,un bluff, denunciate cinque persone

MIRTO (ME) – I Carabinieri hanno denunciato cinque uomini tra i 21 e i 40 anni per furto e simulazione di reato. I cinque avevano rubato all’interno della canonica della chiesa di Mirto e nel tentativo di depistare, uno degli indagati aveva chiamato i militari e aveva sostenuto di essere stato aggredito e immobilizzato nell’ufficio del parroco da quattro malfattori che si erano impossessati di mille euro ed erano fuggiti. Ma ai Carabinieri, la versione dei fatti rappresentata dal giovane è parsa alquanto inverosimile, in quanto, molte circostanze raccontate dal giovane non avevano trovato riscontro nel corso della ricostruzione dei fatti. carabinieri_mirtoDopo essere risaliti all’autovettura dei presunti rapinatori, sentito alcune testimonianze e visionate immagini di video sorveglianza, i Carabinieri hanno scoperto la messa in scena ed hanno raccolto importanti elementi di responsabilità penali. Pertanto, per il giovane di Mirto è scattata la denuncia per simulazione di reato e calunnia, mentre per gli altri quattro, uno dei quali originario della provincia di Catania, è scattata una denuncia in stato di libertà per furto aggravato in concorso.