Allerta Meteo: furiosa tempesta di scirocco in arrivo, venti fino a 120km/h domattina nello Stretto!

E’ di nuovo allerta meteo nello Stretto di Messina, dopo il passaggio del ciclone Thomas che ha provocato i forti temporali di sabato mattina e poi le piogge sparse del pomeriggio/sera sempre di sabato, un’altra profonda perturbazione atlantica nelle prossime ore transiterà sull’Italia provocando condizioni di maltempo diffuso in tutto il Paese, dalle Alpi a Lampedusa. Non sarà da meno lo Stretto di Messina, in cui avremo nelle prossime ore un’autentica tempesta di scirocco. Il vento caldo proveniente da sud ha già iniziato a soffiare in modo sostenuto, il mare è increspato e le raffiche sono già arrivate ai 3540km/h nelle ultime ore, ma a partire da stasera il vento si intensificherà notevolmente determinando una vera e propria tempesta nella prossima notte e soprattutto domani mattina, tra le 07:00 e le 11:00 quando il vento soffierà fino a oltre 120km/h paralizzando i trasporti tra Calabria e Sicilia provocando mareggiate su tutte le coste esposte a sud e mettendo a repentaglio anche la sicurezza in città.
Con venti del genere, infatti, ogni impalcatura, cassonetto della spazzatura, cartellone pubblicitario e i vari alberi, lampioni e oggetti a rischio, potrebbero subire dei danni ed è quindi opportuno evitare di uscire all’aperto nel momento “clou” di questa nuova tempesta. Il forte vento sarà accompagnato da cielo molto nuvoloso o coperto, poi quando le correnti sciroccali inizieranno a calmarsi (intorno all’ora di pranzo), arriverà la pioggia, che sarà forte, temporalesca, con accumuli pluviometrici abbondanti soprattutto nelle zone joniche, dopo i nubifragi di sabato che hanno provocato eventi estremi soprattutto nel reggino, tra Bocale e Lazzaro, dove sono caduti oltre 100mm di pioggia e gli effetti del maltempo sono ancora oggi visibili (strade invase dal fango, profonde pozzanghere dopo 3 giorni ancora zeppe d’acqua, ecc. ecc.). E altrettanti (oltre 100mm), potrebbero cadere domani, soprattutto nelle aree joniche delle due province. Il maltempo, poi, insisterà per tre giorni consecutivi: non solo domani, ma anche giovedì e venerdì pioverà su tutta l’area dello Stretto a causa di nuovi fronti nuvolosi provenienti da ovest, con nubi cariche di precipitazioni.
Per un miglioramento bisognerà attendere il fine settimana, sabato e domenica, quando tornerà a splendere il sole. Continua, quindi, il trend super-piovoso iniziato a dicembre. Dopo tre mesi da record per le piogge tra Reggio e Messina, anche quest’inizio di marzo non vuole essere da meno. Dal punto di vista delle temperature, nelle prossime ore in concomitanza con la tempesta di scirocco avremo un netto aumento termico. Domani la temperatura minima farà fatica a scendere sotto i +14/+15°C mentre le massime si impenneranno fino a oltre+20°C nelle zone tirreniche, dove il maltempo riserverà meno precipitazioni. Domani, infatti, la neve cadrà solo alle alte quote sull’Etna. Sui rilievi dello Stretto, sui Peloritani ma anche in Aspromonte, sarà solo pioggia, fin in cima (a oltre 1.900 metri di altitudine). Si scioglierà quindi molta neve presente al suolo, e questo elemento – a differenza di sabato – potrebbe aumentare il rischio di esondazioni e corsi d’acqua in piena.