Province, Grasso (Grande Sud) “L’abolizione manca di efficacia rispetto all’obiettivo prefissato di un risparmio di spesa”

PALERMO -“L’idea proposta per l’abolizione delle Province manca totalmente di efficacia rispetto all’obiettivo prefissato di un risparmio di spesa”. Così il deputato regionale di Grande Sud, Bernardette Grasso. “Nell’idea del Governo – spiega Grasso – si prevede per i liberi consorzi una circoscrizione territoriale non inferiore a centocinquantamila abitanti, con il mantenimento di tutte le funzioni e le competenze proprie delle Province, ad eccezione di quelle concernenti gli istituti scolastici superiori e le strade”.

“Si passerebbe così da nove Province a trentatre consorzi – continua l’esponente del partito arancione -; da ciò deriva che se l’obiettivo della riforma è quello della semplificazione dell’assetto istituzionale e della riduzione dei centri di potere e spesa, il disegno di legge governativo non raggiunge l’obiettivo prefissato”.

“In un’ottica di un contenimento della spesa, – conclude Grasso – maggiore efficacia si sarebbe ottenuta riponderando prima l’intero apparato regionale, partendo proprio dalla soppressione degli enti ‘carrozzone’, per poi giungere ad una riorganizzazione degli enti intermedi”.