Messina. Il candidato a Sindaco del Pdl sarà Enzo Garofalo

MESSINA – Si era fatto il nome di Dario Caroniti, poi erano rimasti in lizza Fabio Mazzeo ed Enzo Garofalo. Quest’ultimo, a meno di colpi di scena dell’ultima ora, sarà il candidato a sindaco del Pdl. Adesso si dovrà attendere la decisione del movimento “Nuova alleanza” degli ex An per capire se il centrodestra andrà compatto alle prossime Amministrative o ci saranno più candidati. L’ex presidente dell’Autorità portuale e due volte eletto alla Camera dei deputati, adesso dovrà iniziare la sua campagna elettorale dove avrà come primo obiettivo quello di ricompattare una coalizione che negli ultimi periodi si è sfaldata. Oltre agli ex An, infatti, c’è anche la candidatura di Pippo Isgrò che certamente pescherà voti da un’area in cui ha militato per tanti anni. Nell’attesa che venga fuori il vincitore delle Primarie -che però ancora non si è compreso se sarà il candidato del centrosinistra o solo di una parte di esso- il Pdl cala il suo asso, mettendo in campo un “pezzo da novanta” per riconfermare i numeri ottenuti alle recenti elezioni Nazionali che hanno visto il Pdl essere il primo partito in città. Enzo Garofalo ha 53 anni e, dopo la sua parentesi all’Autorità portuale di Messina, ad Aprile del 2008 è stato eletto alla Camera dei deputati nella lista del Pdl ed è stato componente della IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazione e della XII Commissione Affari sociali. Da Roma si è spesso occupato e ha presentato emendamenti inerenti la città dello Stretto su Trasporti, Ferrovie e, per ultimo, il collegamento marittimo veloce Metromare. Le statistiche dicono che ha ottenuto un indice di produttività pari a 346, relegandolo all’86° posto su 630 deputati. Questo indice viene fuori dalle presenze che sono pari al 91,77%, dalle assenze, l’8,33% e dalle missioni effettuate; nel suo caso nessuna. I cosiddetti “voti ribelli”, ossia quelli contrari al suo partito, sono stati 55.