Provincia. 18 consiglieri provocano Crocetta: “Ultima seduta a Palermo”

-Presentata a firma di 18 consiglieri provinciali la richiesta di convocazione dell’ultimo consiglio a Palermo. Tema centrale le vertenze

-MESSINA-consiglieri provinciali,nell’espletamento del proprio mandato ai sensi dell’art. 10 del vigente regolamento, hanno chiesto laconvocazione straordinaria dell’ultimo consiglio provinciale di Messina Palermo in Piazza Indipendenza, per discutere assieme al presidente Crocetta, le varie vertenze occupazionali della cittàe la situazione Aicon.
La decisione dei consiglieri sia di maggioranza che di opposizione, è scaturita in seguito al comportamento assenteista del governo Crocetta, la quale come denunciano gli stessi consiglieri provinciali, non ha mai posto in essere alcun provvedimento riguardante ilproblema occpazionale nella città dello StrettoPiù volte i diversi consiglieri provincialidell’opposizione, ma anche della maggioranza, hanno richiamato invano l’attenzione del governo regionale sulle importanti vertenze occupazionali esociali del territorio messinese, senza però ottenere risposte certe e concrete.
Adesso dopo aver difeso a lungo le battaglie dei lavoratori, chiedeno al presidente Crocettal’apertura di un tavolo tecnico che possa trovare soluzioni idonee al problema occupazionale e dunque, cercare di salvaguardare quelle maestranze cittadine attraverso unpercorso di defiscalizzazione e sviluppo economico che potrebbe portare una boccata d’ossigeno ai  324 lavoratori oramai disoccupati, del prestigiosomarchio Aicon.
Gli stessi consiglieri provinciali inoltre chiedono algoverno Crocetta l’istituzione di un piano strategicoin collaborazione con l’Imps e l‘ispettorato al lavoro al fine di  riinserire nel mondo lavorativo tutti quei soggetti che finora, a cusa della crisi, sono stati licenziati a causa del fallimento di aziende importanti.
Tutto ciò dovrebbe fare in modo di creare dellecategorie di lavoratori protette  e favorire lamobilità degli stessi, anche verso le società compartecipate dalla regione siciliana.
Riportiamo di seguito i nomi dei consiglieri firmatari del documento: Cerreti, Grioli, Coppolino, Parisi, Saya, Summa, Branca, Scimone, Muscarello, Magistri, Mazzeo, Briuglia, Italiano, Gullo, Calà, Gugliotta, Andaloro, Calabrò G.