Basket: Barcellona cade a Scafati, ma è comunque primo posto. Ora i play-off contro Trento

-Capo D’Orlando , chiude il campionato con un’ottima vittoria sull’Imola

-SCAFATI  (SA)- Una dolce sconfitta per la Sigma Barcellona, nell’ultima gara di regular season del campionato di Basket Legadue. I siciliani cedono a Scafati per 100-92 (dopo un tempo supplementare), ma poco male, perché contemporaneamente Pistoia perde contro Veroli (ultima in graduatoria), sciupando l’opportunità di sopravanzare i giallorossi. Per Barcellona è quindi primo posto in classifica. Un grande vantaggio in chiave play-off, dove affronterà nel primo turno Trento, e si porrà nel lato del tabellone sulla carta più facile. Un risultato che comunque serve a Scafati (dove militano gli ex Ghiacci e Sorrentino) , che agguanta i play-off ai danni di Bologna. L’altra sicilia, Capo D’Orlando, chiude con un’ottima vittoria per 78-75 su Imola.

La cronaca del match – Il primo tempo è una vera e propria altalena. I dieci minuti iniziali sono della Sigma, con gli ottimi Cittadini (8 punti) e Callahan (9 punti). I siciliani chiudono la frazione 22-28, e potrebbe sembrare un buon viatico per il resto della gara. Ma nel basket gli equilibri si ribaltano in pochi attimi. Nel secondo quarto Scafati è straripante, con un parziale di 35-15 a dir poco micidiale. Tavernari, Baldassarre e Mays sono scatenati e sembrano intenzionati a far staccare la retina del canestro a furia di mandarla dentro. All’intervallo il risultato è completamente stravolto: 57-43.
Evidentemente però, al ritorno sul parquet, le due squadre si sono scambiate nuovamente copione. Canestro su canestro, Barcellona rimonta, e una tripla di Green e 2 punti di Bucci nel finale del terzo quarto riaprono ufficialmente i giochi: 71-69 a favore di Scafati. Nell’ultimo quarto tutto si svolge con sostanziale equilibrio, anche se occorrono due triple, una di Giuri e l’altro di Hardy, perché Barcellona riesca a costringere Scafati al supplementare. I 5 minuti extra però sono un monologo dei padroni di casa, con i giallorossi incapaci di segnare dal campo. Complici le notizie che giungono da Frosinone però, alla sirena finale è festa per tutti.

Gli uomini chiave – Spiccano le prestazione degli uomini di Scafati Mays e Slay: 29 punti per il primo, 25 per il secondo. Baldassarre realizza una “doppia doppia”: 15 punti e 10 rimbalzi, con in più 2 stoppate. Per l’ex Ghiacchi 6 punti e 11 rimbalzi. Barcellona manda ben 6 uomini in doppia cifra, ma non basta. Top-scorer tra i siciliani è Cittadini, con 17 punti.

Tabellino:

Givova Scafati – Sigma Barcellona 100-92 (22-28; 57-43; 71-69; 89-89)

Givova Scafati: Mays 29, Bushati 5, Tavernari 13, Baldassarre 15, Izzo, Sorrentino 3, Rosignoli 4, Ghiacci 6, Slay 25. Non adoperato: Matrone. Coach: Demis Cavina

Sigma Barcellona: Cittadini 17, Thomas 8, Hardy 16, Green 12, Bucci 4, Callahan 15, Mocavero 10, Eliantonio, Giuri 10. Non adoperati: Crisafulli, Coviello. Coach: Giovanni Perdichizzi

Arbitri: Roberto Materdomini – Michele Rossi – Cristian Borgo