PARCO URBANO ANTISTANTE LA VECCHIA STAZIONE INTITOLATO AL CAPITANO LA ROSA

-RICEVUTO SUL CAPITANO LA ROSA: «UN UOMO, UN ESEMPIO PER TUTTI»

-BARCELLONA POZZO DI GOTTO (ME)-In attesa che la salma del Capitano dei Bersaglieri, Giuseppe La Rosa, arrivi a Barcellona per la cerimonia funebre privata, dopo i funerali solenni che si svolgeranno oggi alle 18.00 nella basilica Santa Maria degli Angeli a Roma, i cittadini di Barcellona avanzano al Sindaco la richiesta di intitolare il parco urbano antistante l’ex stazione ferroviaria della Città del Longano a “Capitano Giuseppe La Rosa, EROE”. «Considerato che gli stessi colleghi del militare, testimoni oculari dell’accaduto, hanno riferito che l’ufficiale Barcellonese pur conscio delle estreme conseguenze che il suo gesto avrebbe comportato, non ha esitato a frapporre il proprio corpo come scudo per proteggere, eroicamente, i propri compagni da un’imminente esplosione. Ritenuto che un gesto così nobile meriti i massimi onori e debba essere, anche per il futuro, ricordato come esempio di massima dedizione al dovere, fino all’estremo sacrificio — scrivono i cittadini. Osservato che recentemente è stato aperto alla fruizione del pubblico il parco urbano antistante l’ex stazione ferroviaria della città, chiediamo alla Signoria Sua di voler esaminare la possibilità dell’intitolazione a Giuseppe La Rosa». Sulla morte del Capitano dei Bersaglieri, il 31enne Giuseppe La Rosa, ucciso in un attentato in Afghanistan,  Nanni Ricevuto, Presidente della Provincia, ha voluto manifestare il proprio cordoglio:«Il suo sacrificio — si legge in una nota di Ricevuto — ci ricorda che a chilometri da qui ci sono dei giovani valorosi disposti a rinunciare alla propria vita pur di ripristinare la pace e la giustizia laddove vengono negate. Pur di rendere il mondo un posto migliore. Il suo esempio, insieme a quello di tutti coloro che lo hanno preceduto e che non moriranno mai nella nostra memoria, deve ricordarci che noi messinesi, noi siciliani, noi italiani siamo un un’unica cosa. E che tutti uniti abbiamo il dovere oltre che il diritto di impegnarci per rendere migliore il nostro Paese e superare l’attuale momento. Da parte mia e dell’Istituzione che rappresento — conclude —, un sentimento di forte vicinanza, di affetto sincero e profondo per i familiari del capitano Giuseppe La Rosa, per le Forze Armate Italiane e per tutti i militari impegnati nei contingenti di pace all’estero».