Ballottaggio. Calabrò: “Non farò nessun ricorso, perché per me, al primo posto viene Messina”

MESSINA –Il candidato sindaco del centro-sinistra, Felice Calabrò, ha rilasciato le sue prime dichiarazioni ufficiali in relazione al ballottaggio che si è inaspettatamente (considerando l’entusiasmo di ieri) profilato nelle ultime ore. Calabrò parlerà approfonditamente domani mattina, presso la sede del suo Comitato, e spiegherà alla stampa come intende muoversi in questi giorni che lo separano dalla nuova chiamata alle urne.

Intanto ha voluto ringraziare i cittadini che lo hanno votato e i componenti della sua squadra che hanno reso possibile una tale vittoria (seppur parziale). L’ex capogruppo Pd ha voluto chiarire ogni dubbio circa la possibilità di ricorrere in via amministrativa, e chiedere il riconteggio dei voti: non farà nessun ricorso.

“Alla luce del risultato delle urne – afferma Calabrò – il 49,94% dei consensi espressi, la prima parola che voglio esprimere è GRAZIE. Grazie agli oltre 40 mila messinesi che hanno voluto darmi la fiducia per cambiare questa città e voltare pagina insieme a me, a noi. Grazie a quei compagni di viaggio che in queste settimane hanno sostenuto il mio percorso verso Palazzo Zanca, che mi hanno aiutato a costruire un programma concreto, fatto di proposte reali e fattibili. Grazie agli amici della coalizione che hanno creduto in me sin dal primo momento e con i quali, con la forza della squadra, siamo riusciti a raggiungere la maggioranza in Consiglio comunale, elemento indispensabile per governare serenamente e con determinazione questa città. Grazie anche a quegli elettori che non sono riuscito ad incontrare ma hanno sposato la nostra idea di città, quella che nasce da due semplici parole: SI’ MESSINA”.

“Per pochi voti – si legge ancora nel comunicato diffuso dal suo ufficio stampa – non siamo riusciti ad ottenere la vittoria al primo turno, ma questo risultato è già di per sé una conquista ed una certezza, quella della voglia di cambiare. Io avverto fortemente la responsabilità di un consenso elettorale che ha più che raddoppiato il centro-destra, ci ha portati ad oltre 20 mila voti di distacco dal secondo candidato, con ben 26 punti di percentuale di differenza, dando un chiarissimo segnale della volontà dei messinesi. Proprio perché avverto questa responsabilità nei confronti di quanti, e sono migliaia, ci hanno consentito di conseguire quella che non esito a definire una vittoria, perché sfiorare il 50% dei voti contro ben cinque candidati, è una vittoria, accetto con serenità il verdetto delle urne e proseguirò con ancora più forza in queste settimane che ci porteranno al ballottaggio”.

“Non farò nessun ricorso – chiarisce, infine, Calabrò – perché per me, al primo posto viene la città, viene Messina. E’ l’interesse della città che ha bisogno di stabilità l’unica priorità da seguire. Ancora più forza ci viene dai risultati che il centro-sinistra ha conquistato in tutta Italia, da nord a sud, fino alla vicinissima Catania, dove Enzo Bianco, al quale vanno i miei più sinceri auguri, ha conquistato la vittoria al primo turno. Ho affrontato questa campagna elettorale con la serietà che mi ha sempre contraddistinto e con la determinazione di un candidato libero da condizionamenti di alcun genere e le mie scelte, non le mie parole, ma le mie scelte, lo hanno dimostrato chiaramente. Guardo avanti con serenità e continuo a ribadire quel che ho detto sin dal primo giorno: non è la campagna elettorale dell’io, ma del noi. Così come insieme siamo arrivati a quel risultato che ritenevamo un mese fa irraggiungibile, sempre insieme completeremo questo percorso il 23 ed il 24 giugno, per dare certezze a questa città e solidità ad un’amministrazione che ha già una maggioranza in Consiglio comunale ed in sinergia potrà portare a termine quel programma che è stato costruito in questi mesi”.