Patti. Truffa online da 600mila euro

PATTI (ME) -Una truffa da 600 mila euro su finte valutazioni di auto attraverso Internet ai danni di centinaia di persone in tutt’Italia è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Patti (Messina). Quattro le persone coinvolte, accusate di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, accesso abusivo a un sistema informatico ed estorsione. I truffatori inviavano alle vittime richieste di pagamento intestate alla società ‘Pascutti Invest e Factoring Spa’, con sede a Patti, con la richiesta di 59,50 euro per la valutazione del prezzo della propria auto sui siti www.auto-prezzo.net e www.auto-valutazione.com. 

Dopo che l’ignaro utente inseriva negli appositi spazi online il numero di targa e il modello del veicolo, gli indagati riuscivano a ottenere l’identità delle vittime tramite un accesso al sistema del Pra, che Salvatore Caliri di 58 anni, una delle persone coinvolte, otteneva sfruttando il suo lavoro di geometra. Una volta in possesso dei dati personali degli utenti inviavano alle vittime le fatture; inoltre per scongiurare azioni legali veniva dichiarato che la sede era in Delaware ed era gestita da un’altra società estone e quindi il foro competente per un eventuale reclamo era Tallin. Ma la banda ha commesso un passo falso. Un avviso di pagamento è stato invitato anche al comando provinciale della Guardia di Finanza di Messina. Ai domiciliari sono finiti Giovanni Russo, 55 anni, e Salvatore Caliri, 58; Giuseppe Caffarelli, 47 anni, e il polacco Maciej Surowski, 21 anni, hanno ricevuto un un provvedimento di obbligo di dimora. (Fonte ANSA)

Be the first to comment on "Patti. Truffa online da 600mila euro"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.